Il Villa Musone cede alla capolista e si allontana dai play off, primo pareggio stagionale per il CSI Recanati

Una sconfitta che rischia di compromettere la partecipazione ai play off quella incassata nel pomeriggio dal Villa Musone, nella 27esima giornata della Seconda Categoria girone E. I giallo blu si sono arresi all’Appignanese che ha violato il sintetico con il risultato di 3-2. La ciurma di Michelini resta in quinta posizione di classifica ma vede allontanarsi la Vis Faleria (seconda) che ora vanta ben 12 punti di vantaggio e al momento accederebbe direttamente alla finalissima pplay off. Il nuovo regolamento varato dalla Figc per snellire la post season dice infatti che se esistono dieci o piu’ punti di differenza tra la seconda e la quinta classificata, così come tra la terza e la quarta, la squadra peggio posizionata non guadagnerà il diritto di accedere alla semi finale play off. Cuore e grinta quest’oggi non sono bastati ai leopardiani i quali hanno dovuto battersi contro la corazzata del torneo, scesa a ridosso dell’Adriatico con l’intenzione di cancellare il brutto scivolone casalingo di sabato scorso contro l’Atletico Ancona. Agostinelli sfiora il gol per i padroni di casa che poco dopo incassano un micidiale uno – due. Leonori e Biboschi portano infatti l’Appignanese sul 2-0 all’intervallo. Nel secondo tempo i ragazzi di Michelini si rendono protaginisti di dodici minuti all’insegna dell’arrembaggio e riescono a riequilibrare le sorti del match. Ad accorciare le distanze ci pensa Caporaletti su calcio di rigore, ad impattare tocca a Cecchini sugli sviluppi del calcio d’angolo. Poi diventa protagonista il direttore di gara che non ferma un’azione viziata da un evidente fuorigioco dell’Appignanese, con Leonori che si presenta tutto solo davanti a Pantanetti e lo batte per il 3-2. Tante le proteste del Villa Musone che si concludono con la sola espulsione di Agostinelli. In dieci e con ormai poca benzina in corpo i giallo blu si rendono pericolosi con alcuni calci piazzati di Caporaletti, ma il risultato non cambia.
Dalla sconfitta del Villa Musone al pareggio del CSI Recanati, il primo stagionale dopo 26 partite contrassegnate da 12 vittorie e 14 pareggi. Il record dei leopardiani che rischiava di diventare nazionale si è interrotto al Fratelli Farina contro il Pietralacroce. L’1-1 è maturato in appena cinque minuti poco prima dell’intervallo. Pigini, con una bella acrobazia degna di altri palcoscenici, porta avanti i locali al 33′. La gioia però dura solo qualche giro di lancetta perchè poco dopo un lungo lancio viene raccolto da Marchetti che da posizione angolatissima riesce a battere Bertini. Nel secondo tempo i ragazzi di Fabio Sabbatini pigiano sull’accelleratore. Camilletti sfuiora il bersaglio grosso ma a tempo praticamente scaduto sono gli ospiti ad andare in gol con Giansanti. La posizione dell’attaccante anconetano viene però ritenuta irregolare con l’arbitro che fischia prima che la palla rotoli in rete. Finisce dunque in parità con il CSI che pur perdendo l’insolito primato, compie un altro importante passo verso la salvezza. Idem per il Pietralacroce che condivide con i leopardiani quota 37 in classifica. Mercoledì si torna nuovamente in campo. Il giorno della liberazione propone il derby CSI Recanati – Villa Musone. In palio punti pesanti per le rispettive posizioni di classifica. M.N.

 

Lascia un commento