La disinformazione dell’Amministrazione Comunale

 

 

 

 

 

RECANATI. Abbiamo letto un comunicato stampa dell’Amministrazione Comunale, riportato dagli organi di informazione, incompleto e tendente disinformare i cittadini.

Infatti in merito al punto all’ordine del giorno riguardante una transazione con una banca per la chiusura anticipata di 4 contratti (meglio conosciuti come derivati) l’Amministrazione Comunale ha diffuso una nota stampa in cui afferma che al momento della votazione, a seduta segreta, erano assenti i consiglieri Giaconi e Lambertucci, dimenticanto di dire che erano anche assenti il capogruppo del Partito Democratico Scorcelli ed altri tre Consiglieri, Moretti, Piergiacomi e Mazzanti.

Inoltre l’Amministrazione dimentica di dire che una vicenda tanto importante per i cittadini recanatesi è stata trattata a seduta segreta, in spregio a tutte le leggi ed allo statuto comunale che prevede il “dovere” di informazione.

Tanta segretezza dovuta ad una clausola “di riservatezza” voluta dalla Banca si è rivelata una burla, visto che nessun consigliere ha preso la parola ed il tutto si è concluso in appena cinque minuti con l’unanimità della votazione.

In un momento storico in cui imprenditori e comuni cittadini lanciano appelli al mondo bancario per sostenere l’economia reale, è sicuramente un grave errore cedere alla tentazione di tenere tutto in silenzio, alimentando nei cittadini il sospetto della poca trasparenza.

Stupisce quindi l’ambiguità di un’Amministrazione Comunale che vuole a tutti i costi, anche nei propri comunicati stampa, disinformare i cittadini e tenere segreti accordi importanti.

Sarebbe invece stato opportuno ricordare che sul punto, prima che si ricorresse alla segretezza, vi era stato un solo intervento, quello del gruppo Per Recanati che si era dichiarato favorevole sia all’accordo sia alla divulgazione del dibattito.

Simone Giaconi

Gruppo Per Recanati

Lascia un commento