UDC: due modi diversi di fare cultura in piazza

Comunicato stampa UDC Verso il Partito della Nazione Recanati di Lunedì 3 Settembre 2012 –  Due modi diversi di fare cultura in piazza. Uno offensivo e volgare, costruzione gratuita ed inutile, per nulla propositiva che non scandalizza più nessuno anche se mira a colpire l’immagine di personaggi autorevoli ed universalmente riconosciuti  buoni e santi come il beato Papa Giovanni XXIII; tetre scemate antiumane prima ancora che anticlericali e anticristiane, che non divertono affatto e rischiano di essere solo di cattivo gusto. Ma non ci interessano queste manifestazioni, anzi non ne avremmo per nulla parlato se nella nostra piazza cittadina non avessimo avuto un esempio di tutt’altro genere.

Un’altra cultura la serata dell’UNITALSI, presentata dalla sua presidente, Giuseppina, con padre Aurelio D’Intino, passionista, e le Anime Libere, che ci regalano tre intense ore di gioia e serenità nella testimonianza del bene per chi soffre ed è solo con la grazia di musica vera e gradevole, parole d’amore per tutti anche per nemici e persecutori, con l’appello forte alla pace e alla bontà operosa.

Noi dell’UDC siamo con questa cultura, senza polemica contro nessuno, semplicemente perché amiamo le cose belle e positive, quelle che servono a far crescere tutti, quelle che fanno bene all’anima e al cuore e che ci fanno dormire sereni e ricchi di speranza.

Lascia un commento