tentata rapina a Macerata

MACERATA. Questa mattina verso le ore 06.30 due giovani di origini peruviane, di cui uno minorenne, entrambi residenti a Macerata, parzialmente travisati dai cappucci delle felpe che indossavano e da cappellini, hanno tentato una rapina ai danni di un bar sito in zona Via Roma.

La titolare, una donna di anni 53 anni che in quel momento si trovava da sola dietro il bancone, dopo essere stata minacciata di consegnare il denaro contenuto nel registratore di cassa, è stata bloccata da uno dei due mentre l’altro cercava di prendere il denaro. La reazione della donna dava vita ad una colluttazione al termine della quale i due rapinatori si dileguavano in direzione della vicina Via Roma dove venivano intercettati dagli equipaggi di due “Volanti” giunte immediatamente sul posto a seguito della richiesta di aiuto della donna che veniva subito soccorsa e successivamente accompagnata al Pronto Soccorso dell’ospedale di Macerata ove, a seguito delle percosse ricevute, veniva dimessa con una prognosi di alcuni giorni.

I due giovani che al momento dell’arresto avevano una reazione furiosa nei confronti degli agenti, tant’è che sferrando calci danneggiavano anche l’auto di servizio, venivano accompagnati in Questura e tratti in arresto per il reato di tentata rapina in concorso tra loro.

Il maggiorenne è stato associato al carcere di Camerino mentre il minorenne è stato associato al centro di prima accoglienza di Ancona.

 

Lascia un commento