Nuova sede del museo Uncini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Recanati. Domenica 10 febbraio si inaugura la nuova sede del museo Franco Uncini. E’ domenica 10 febbraio la data scelta per l’inaugurazione della nuova sede del Museo dedicato a Franco Uncini, campione del mondo di motociclismo nel 1982 nella classe 500 ed oggi responsabile della sicurezza dei circuiti del Motomondiale. A Villa Colloredo Mels, nei locali dell’ex Malleus, è ormai tutto pronto dopo i lavori portati avanti dagli operai del Comune in collaborazione con i volontari del locale Moto Club. La nuova sede, in via Campo dei Fiori, si è arricchita di nuovi documenti, foto, le tute delle varie stagioni, i caschi oltre alla mitica moto che tanti appassionati vogliono ammirare. Due le stanze che sono state allestite. Una che ripercorre tutta la carriera del campione recanatese sino all’anno del suo ritiro, l’altra interamente dedicata al 1982. Originariamente i ricordi di Franco Uncini furono posizionati nel Palazzo Comunale, poi in una sala del museo. Ora, finalmente, una sala prestigiosa a pochi passi dal museo di Lorenzo Lotto. Senza ombra di dubbio una attrattiva in piu’ per i tanti turisti che visitano la città della poesia e del bel canto. L’inaugurazione, prevista intorno alle ore 12 di domenica 10 febbraio, sarà preceduta dalla premiazione Regionale dei Campioni Marchigiani che si sono distinti nelle varie categorie del motociclismo nazionale e internazionale. La cerimonia, in programma all’Aula Magna del Comune,sarà preceduta dal saluto del presidente nazionale della Federazione Motociclistica Italiana Paolo Sesti. Presenti, oltre agli amministratori locali con a capo il delegato allo sport Mirco Scorcelli, altri illustri ospiti come il Delegato regionale FMI Giuseppe Bartolucci ma sopratutto il dottor Claudio Costa della Clinica Mobile del MotoMondiale. Sicura anche la presenza dei reporter televisivi Emerson Gattafoni e Valeria Cagnoni, noti al grande pubblico per la trasmissione Dreams Road. Atteso, per il taglio del nastro della nuova sede del Museo, anche un altro illustre ospite, grande amico di Franco Uncini.


 

 

Lascia un commento