Una vertenza milionaria infinita

Vent’anni sembrano non essere sufficienti per chiudere la vertenza, iniziata nel 1993, tra il Comune e la Ditta Inso s.p.a. di Firenze, alla quale, tre anni prima, era stato affidata in concessione la progettazione e la realizzazione del complesso destinato a nuova sede dei servizi dell’allora Unità sanitaria locale, 14, per una spesa complessiva di 7.300.000.000 lire. Un progetto che non vide mai la luce ma per il quale la Inso chiese ugualmente la somma di 567.630.000 lire, oltre alle spese, diritti e onorari processuali, per il pagamento delle prestazioni di progettazione. Ma il Comune, allora, fece opposizione affidando la sua difesa agli avvocati Andrea Calzolaio di Macerata, Felici Ranieri di Cingoli e Pierluigi Santoro di Firenze e chiamando in causa anche l’Azienda U.S.L. n. 8 di Civitanova Marche. Intanto il processo da Firenze fu spostato per competenza territoriale a Macerata dove il Comune ha vinto il primo raund: infatti il Tribunale l’anno scorso revocò il decreto ingiuntivo accogliendo l’opposizione proposta dal Comune per intervenuta prescrizione del diritto di credito azionato dalla Inso spa. Ma la ditta non ci sta e ha promosso appello innanzi alla Corte di Appello di Ancona costringendo il Comune a proseguire l’incarico sia all’avvocato Andrea Calzolaio che Felici Ranieri prevedendo un’ulteriore spesa di 7.550 euro per il loro compenso.

Lascia un commento