Cene elettorali a gogò. C’è anche quella con i dipendenti comunali

Una volta era una prerogativa della vecchia Dc organizzare in campagna elettorale cene e merende a base di porchetta e fava per raccogliere i loro potenziali elettori con la speranza di convincere gli indecisi a votare scudo crociato. Pratica criticata dalle opposizioni di sinistra che rimarcavano il diverso stile di ricercare i consensi. Assistiamo, invec,e oggi ad un proliferare di iniziative conviviali da parte della maggior parte dei candidati, di ogni colore politico. Fra cene e buffet ne ha collezionate diverse il candidato Luca Marconi di Popolari Marche – Unione di Centro alleato con il Pd mentre Enzo Marangoni, candidato di Forza Italia, ne organizza una domani sera a San Firmano di Montelupone. Il candidato del Pd Alessandro Biagiola, delega in Comune ai lavori pubblici, si è esaltato per i suoi quasi 400 partecipanti alla cena a sostegno della sua candidatura in un ristorante della frazione di Chiarino ma sta suscitando curiosità, mista ad un certo imbarazzo, un’altra sua iniziativa: una cena a base di pesce i cui invitati sono tutti ex o attuali dipendenti comunali. Ci si domanda se appaia opportuna una simile iniziativa che pone il dipendente comunale nelle condizioni di chi deve scegliere se aderire all’invito del proprio datore di lavoro  oppure rimanere a casa con il rischio di mettersi in cattiva luce: finire nel libro nero degli assenti non fa piacere a nessuno. C’è, quindi, da aspettarsi un’adesione in massa alla cena dell’ex assessore provinciale e attuale consigliere del Pd nel comune leopardiano. Hanno scelto, invece, di rimanere fuori dalle tavole imbandite i due candidati recanatesi del movimento 5 stelle: Stefano Gurini e Roberto Verdenelli: per loro qualche spot radiofonico, incontri pubblici e tante comunicazioni via web. D’altra parte bisognerebbe avere il portafoglio pieno per permettersi di sborsare ogni volta qualche centinaio, se non migliaia di euro, a seconda del numero dei commensali. E’ pur vero che il traguardo delle elezione in Regione ripagherebbe ogni sacrificio economico momentaneo. Ma quel traguardo bisogna raggiungerlo. Auguri.

;

Lascia un commento