Pronti a rubare ma i Carabinieri li intercettano

Erano pronti a rubare ma sono stati scoperti dai Carabinieri in località Campanari che hanno fermato per un controllo la loro auto, una Alfa Romeo Giulietta di colore nera, notata perché viaggiava ad andatura molto lenta nei pressi di alcune abitazione e villini isolati, con a bordo due individui sospetti che si mostravano da subito con un comportamento ambiguo ed evasivo, senza riuscire a giustificare la loro presenza in loco.

Si tratta di B.A., nato e residente a Civitanova Marche, Classe 1969, celibe – convivente, cuoco, pregiudicato per reati contro il patrimonio mentre l’altro complice risultava essere minorenne in quanto nato nel secondo semestre del 1998 e residente a Falconara Marittima, celibe, studente, incensurato. Era proprio il minorenne che all’atto della perquisizione personale veniva trovato in possesso di numerosi documenti di identità risultati smarriti o provento di furto, denunciati da più persone presso diversi Comandi dell’Arma.

Dalla perquisizione dell’auto, inoltre, sono spuntati arnesi da scasso per consumare furti in abitazione (chiavi inglesi, scalpelli, piede di porco, trapano, avvitatore, cavi elettrici e guanti).  Entrambi i fermati sono stati denunciati in Stato di Libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale Ordinario e presso il Tribunale per i Minorenni di Ancona per il reato di: “Possesso ingiustificato di grimaldelli e arnesi da scasso in concorso e Ricettazione” ed invitati a lasciare immediatamente il territorio comunale di Castelfidardo.

A carico del pregiudicato civitanovese 47enne veniva redatta ed inoltrata alla Questura di Ancona, la proposta per l’irrogazione della Misura di Prevenzione di Pubblica Sicurezza del Foglio di Via Obbligatorio per anni 3 dal comune di Castelfidardo.

;

Lascia un commento