ISRAELE NAZIONE LEGITTIMA E LEGALE

Ritorno ancora sui portatori di discordia,i”buonisti” i “tolleranti” qualche”intellettuale” che continuano a discriminare Israele, non rispettando neanche questo speciale periodo di preghiera.

Di tutti i Paesi nati nel secolo scorso,nessun certificato di nascita è più legittimo di quello israeliano. La ragione è che molti uomini fondatori di questa Nazione( Theodore Herz,Ze’ev Jabotininsky,David Ben Gurion,Menacher Begin,Yizhak Shamir) erano intellettuali,avvocati o avevano avuto una formazione giuridica,erano ossessionati dal fatto che dovessero essere tutto legale. Proseguendo nella legalità,Israele ha perseguito la sua nascita- dalla dichiarazione Balfour nel 1917,alla  convenzione anglo-americana sulla Palestina nel 1924,alla spartizione della terra ordinata dalle Nazioni Unite nel 1947 in uno Stato-nazionale per il popolo ebraico e uno Stato arabo. Eppure dopo la sua costituzione legale nel 1948 , come Stato –nazionale del popolo ebraico,Israele è stato illegalmente attaccato da tutti gli Stati arabi circonvicini,nonché da elementi della popolazione araba locale. Nel difendere  il suo diritto all’esistenza durante questa guerra,Israele ha perso l’1% della sua popolazione,tra cui molti civili e sopravvissuti all’olocausto. Il susseguirsi di processi civili che Israele affronta per restare in possesso della sua terra,ci ricorda che quando si difende i propri diritti,si lotta soprattutto in forza del diritto di tutte le generazioni ebraiche in tutte le loro diaspore .Nel corso del tempo,l’immagine del sentiero di Betlemme,che costeggia la tomba di Rachele è stato impresso nei libri di preghiera dei padri e sulle mura delle loro Sinagoghe. La creazione di Israele come Nazione del popolo ebraico è avvenuta con mezzi del tutto leciti,ma non c’è Paese al mondo che è così circondato da nemici ostili come è Israele.

Eppure questo Stato democratico dalla sua nascita ha cercato la via della penna e non della spada; ma ha anche bisogno della spada per sopravvivere. La sua preferenza è sempre stata per la penna che è la via dei negoziati di pace,che dovrebbero essere non solo a senso unico.

Come si può spiegare l’unicità di questo odio contro Israele? In un solo modo: E’ FANATISMO PURO, E C’E’ UNA PAROLA PER QUESTO FANATISMO: ANTISEMITISMO. A quale Nazione al mondo il cui diritto ad esistere è negato? A  l’unico Paese che è Nazione del popolo ebraico.

Buona Pasqua a tutti!

 

Galliano Nabissi

;

Lascia un commento