Primo tassello al Basket Recanati, confermato il direttore generale Michele Paoletti

Ad un mese di distanza da gara-4 di Playout contro la Virtus Roma la Società ha provveduto a mettere la prima pietra, riconfermando nel ruolo di Direttore Generale Michele Paoletti,  il  quale  ha  sottoscritto  con  il  Club  leopardiano  un  accordo  su  base  stagionale. Quarantuno anni, jesino, Paoletti è cresciuto nella squadra della sua città d’origine maturando in 11 stagioni tra A2 e A1, prima come responsabile area comunicazione,poi come responsabile segreteria e organizzativo. Nel 2013 è approdato a Chieti per assumere la direzione del Club abruzzese, con il quale ha condotto a termine due ottime annate in A2 sia sotto il punto di vista sportivo (un playoff nel 2014 ed uno sfiorato l’anno successivo con la squadra di età media più bassa della A2 Gold/Silver) che gestionale. Nella Stagione  2015/2016 è approdato al Basket Recanati gestendo la struttura societaria a 360 gradi, contribuendo alla permanenza del Club nella Serie A2, gestendo la parte sportiva e gettando un occhio particolare all’area marketing e comunicazione, grazie alle sue competenze, essendo giornalista ed occupandosi di uffici stampa di vari settori da oltre 15 anni.  “La  sua  riconferma  –  commenta  il  presidente  Giuseppe Pierini  –  è  un  ulteriore  segnale  di continuità nel processo di crescita della squadra e della Società nell’ottica del proseguimento di un egregio lavoro che ha svolto con grande dedizione, serietà, passione e spirito di sacrificio che ha permesso all’USBR di fare quel salto nel marketing e nella comunicazione oltre ad un miglior rapporto  con  i  “media”,  gli  organi  federali  e  istituzionali  proiettando  sempre  più  il  Basket Recanati verso l’esterno in sede locale, comprensoriale e nell’agone cestistico nazionale”. “Pur non avendo mai smesso di lavorare al fianco del presidente Pierini nella scelta obbligata di una nuova ‘casa’ per il Basket Recanati – riferisce il confermato DG gialloblu –, mi sono preso un po’ di tempo per valutare bene la situazione, che richiedeva di ricominciare, praticamente da zero, con un’avventura tutta nuova e problematiche inedite. Il fatto che il Presidente mi abbia chiesto a titolo personale di affiancarlo in questa sfida inedita e difficilissima mi ha riempito di orgoglio, responsabilizzato e caricato enormemente. Pertanto, mi sono messo a disposizione, soprattutto in considerazione del progetto espostomi che, oltre al cambio del campo da gioco, prevede  un  salto di  qualità  a  livello  professionale  nell’organizzazione  societaria  che  possa garantire  un  futuro  certo  all’USBR  e,  perché  no,  di  pensare  a  medio  termine  a  traguardi importanti. Inoltre, avevo un dovere di riconoscenza nei confronti dei Supporters recanatesi, che nonostante  una  stagione sfortunatissima  hanno  sempre  sostenuto  la  squadra  senza  mai  una critica, portando il loro striscione ed il loro calore in tutte le 17 partite disputate in trasferta edimostrando di essere un patrimonio di questo Club”. Michele Paoletti resta dunque a Recanati ed è già impegnato, come supervisore anche dell’area sportiva, nella scelta del nuovo head coach, che dovrebbe portare nei prossimi giorni ad un annuncio ufficiale.

 

 

 

;

Lascia un commento