I cittadini vanno ascoltati non bastonati

Come temevamo i commercianti di Via Montemorello e Via Antici hanno evidenziato i disagi dovuti alla nuova viabilità che è stata modificata in modo del tutto arbitrario e senza essere stata concertata con gli stessi.

I cittadini vanno ascoltati non bastonati, cercando di capire i loro problemi per poterli risolvere nel modo migliore. Questo atto di umiltà e di intelligenza politica non appartiene, però, alla nostra amministrazione, visto il modo in cui ha gestito ultimamente la viabilità cittadina, che ha finito per creare enormi problemi a decine di famiglie recanatesi.

La lista civica “Per una Recanati Migliore” si è sempre posta sin dall’inizio a servizio della causa dei commercianti e dei residenti di via Roma, via Antici e via Montemorello, presentando una interrogazione consiliare e una mozione, (quest’ultima deve ancora essere discussa), non per un atteggiamento pregiudiziale nei confronti dell’amministrazione Fiordomo ma perché ci vuol poco a capire che le scelte adottate in tema di viabilità, con l’isolamento totale di via Antici e la deviazione obbligatoria (per chi percorre in auto via Roma) in via Porta Pesa, avrebbero comportato una drastica riduzione del flusso automobilistico non solo nella stessa via Roma ma anche in via Montemorello con tracollo drammatico delle attività commerciali. Era meglio, come peraltro sempre successo in passato, prevedere un vigile che regolasse il traffico in quelle ore clou della giornata dove vi è una presenza numerosa di turisti.

No, caro sindaco, così non ci si comporta. Non avvertire che a seguito di questa decisione, ci sono suoi concittadini in serie difficoltà economiche è non solo irragionevole ma miope perché improvvisare una viabilità porta a conseguenze negative. Va evidenziato infatti che con la nuova viabilità non ci sono solo disagi per i commercianti. Nel rione Montemorello anche il servizio di trasporto urbano è stato interrotto, con ripercussioni negative per la popolazione residente in quel quartiere che utilizzava questo servizio, soprattutto le persone più anziane, ma anche per tutti coloro che lo utilizzavano per  raggiungere l’ospedale, per quel poco che ne resta.  Già, l’ospedale. L’amministrazione non si è mai opposta con decisione, come ci saremmo aspettati, allo scellerato continuo smantellamento del nostro ospedale, perdendo così una struttura storica ed utile per il territorio e l’intera collettività e vitale anche per lo stesso rione di Montemorello, che viveva di questa presenza attiva.

Caro sindaco, la invitiamo, quindi, ad un atteggiamento più ragionevole, rinunciando a quell’orgoglio che non è solo cattivo consigliere ma foriero di incalcolabili danni per quei cittadini che vogliono solo lavorare e contribuire al benessere della città.

Per una Recanati Migliore

;

Lascia un commento