L’Ambalt Recanati alza il volume battendo l’Aurora Jesi, domenica la finale del torneo Marche a canestro

Alza il volume l’Ambalt Recanati. Dopo il test di Pesaro la formazione gialloblu coglie un successo nella semifinale del torneo “Le Marche a Canestro” aggiungendo una buona dose di fiducia nella sua preseason con la vittoria contro l’Aurora Jesi. Complessivamente eccellente prova della squadra di Calvani che ha messo le mani sulla partita dopo un avvio morbido uscendo alla distanza, mostrando la maggiore profondità del suo organico con alla fine nove uomini andati a referto e con una distribuzione di punti piuttosto equa con quattro elementi finiti in doppia cifra.

Parte meglio l’Aurora trascinata subito dal duo Bowers-Davis (5-12 al 5′). Calvani chiama time out e organizza la riscossa recanatese. Reynolds mette subito a dura prova i ferri del PalaCingolani con un paio di dunk, suo marchio di fabbrica. Ma il lungo di Detroit commette ben presto due falli e deve ovviamente essere gestito. Buono l’approccio di Billbury che aggiunge intensità al suo atletismo e dinamicità. Alla prima sirena Jesi è avanti 21-16 ma all’Ambalt basta un ottimo inizio di secondo quarto per mettere la freccia. Break di 8-0 per i leopardiani con Cagnazzo costretto alla sospensione. L’Aurora è costretta ora a inseguire e all’intervallo l’Ambalt conduce 45-36. Nella ripresa il copione è lo stesso. Si rivede Reynolds che riprende a schiacciare tutto quello che passa sopra il ferro. Sorrentino e Bolpin si alternano in regia, Spizzichini e Marini sono più che valide soluzioni in area. Calvani è nel suo laboratorio e fa anche esperimenti, il risultato è buono con l’Ambalt che arriva anche al +19 a metà del terzo quarto prima del 70-56 con cui si tocca l’ultima pausa. Nel quarto finale le tossine profuse mandano in riserva entrambe le squadre, vola anche quale colpo proibito con tecnici e antisportivi distribuiti dalla terna arbitrale. Jesi prova a rientrare trascinata ancora dal duo Usa (il 53% del fatturato complessivo dell’Aurora è tutto di Bowers e David) ma l’Ambalt resiste e arriva alla meritata vittoria (88-77) che strappa i primi applausi del folto pubblico presente.

Prima del derby, la Poderosa Montegranaro si era imposta sui Roseto Sharks (80-67) grazie ai 24 punti di capitan Broglia e ai 16 dell’ex-recanatese Dip. Tra gli abruzzesi in evidenza Adam Smith autore di 30 punti.

Il calendario del torneo prevede le due finali nel pomeriggio di domenica 11 settembre. Al PalaCingolani si comincia alle 18.00 con Roseto-Jesi, sfida valida per il terzo posto. A seguire il match per contendersi la vittoria della manifestazione tra Poderosa e Ambalt Recanati.  La formazione gialloblu arriverà all’appuntamento dopo la doppia seduta di allenamento del sabato (piscina al mattino e tecnica al pomeriggio) e quella della domenica mattina, sempre al PalaCingolani.

 

Ambalt Recanati-Aurora Basket Jesi 88-77 (16-21, 45-36, 70-56)

Ambalt Recanati: Reynolds 16, Marini 7, Pierini 11, Armento, Loschi 8, Bolpin 6, Sorrentino 7, Maspero 7, Billbury 15, Spizzichini 11. All.Calvani

Aurora: Alessandri 7, Mentonelli n.e., Battisti 3, Scali, Maganza 10, Moretti n.e., Janelidze 4, Bowers 18, Vita Sadi n.e., Davis 23, Benevelli 10, Picarelli. All.Cagnazzo

Arbitri: Pierantozzi, Dionisi e Lanciotti

 

;

Lascia un commento