Un grande impegno di Recanati nel sociale, il bilancio dell’Assessore Paoltroni

Nell'anno 2016 Recanati ha scelto la cultura come uno degli assi portanti e allo stesso tempo trasversale delle proprie attività a partire dalla consapevolezza che essa rappresenta un fattore essenziale per la crescita sociale e civile della comunità. La programmazione amministrativa del 2016 ha tenuto il cittadino al centro, confermando il ruolo insostituibile delle politiche sociali, educative e dell'istruzione puntando a rinforzare le reti di solidarietà di mutuo aiuto favorendo le sinergie tra pubblico, privato e volontariato. Per le famiglie che vivono uno stato di disagio economico si è concluso con grande successo il bando per l'accesso al voucher idrico promosso dall'AATO 3 di Macerata di cui è presidente il Sindaco Francesco Fiordomo. In totale sono 147 le domande accolte: il voucher del valore di 100 € può essere speso dalle famiglie beneficiarie per il pagamento dell'utenza idrica con validità fino al 30 settembre 2017. È' stato inoltre  riconfermato il fondo di solidarietà a sostegno dei pagamenti delle bollette di luce e gas domestici grazie all'impegno di Astea energia in collaborazione con l'amministrazione comunale. Il bonus prevede un importo massimo pari ad euro 400 a famiglia per il pagamento delle utenze domestiche. Un sostegno che quest'anno, rispetto al 2015, oltre ad incrementare il budget a disposizione per ogni beneficiario è riuscito a raddoppiare il numero dei destinatari che passa da 36 del 2015 a ben 83 famiglie nel 2016 soddisfacendo l'intera graduatoria. Un concreto aiuto economico a sostegno delle famiglie, che si prendono cura a domicilio del proprio congiunto evitandone l'inserimento in struttura, è stato dato con l'erogazione di  assegni di cura che prevedono un contributo economico di 200 € mensili valido fino a giugno 2017. Quest'anno per  il Comune sono stati attivati ben 42 assegni in favore di altrettanti beneficiari con esaurimento delle liste di attesa. Una novità inserita nella programmazione 2016 è stato il progetto  "Social Food" avviato dal 1 settembre scorso  in collaborazione con la croce gialla. Esso è destinato al sostegno di famiglie che si trovano a vivere ingenti  difficoltà socio-economiche e che manifestano il bisogno anche di beni alimentari di prima necessità. Il progetto prevede la distribuzione presso la sede della croce gialla di Recanati di due pacchi mensili in favore delle suddette famiglie contenenti prodotti a lunga scadenza e buoni per l'acquisto di carne. Le famiglie destinatarie ricevono inoltre durante la settimana prodotti freschi a breve scadenza ma ancora perfettamente commestibili recuperati dal eccedenza dei supermercati locali, riducendo in questo modo lo spreco alimentare. Sempre nell'ottica di recupero alimentare il progetto prevede inoltre la sottoscrizione di convenzioni con mense locali e ristoranti della zona per la distribuzione dei pasti pronti per persone con limitata autonomia. A seguito del bando pubblico sono stati distribuiti nel mese di dicembre 49 pacchi alimentari comprensivi di buoni carne in favore di altrettanti nuclei familiari per un totale di numero 193 persone. Da gennaio 2017, coloro che già usufruiscono di aiuti similari da parte di associazioni parrocchiali potranno beneficiare esclusivamente dei prodotti freschi recuperati nei supermercati mentre  le  altre famiglie continueranno ad usufruire del pacco mensile. È stato inoltre confermato il progetto "Family Card" rivolto a 1671  nuclei familiari con due o più figli a carico. Il progetto prevede la consegna della tessera family card che dà diritto ad una serie di sconti e agevolazioni sull'acquisto di beni e servizi presso gli
operatori pubblici e privati che hanno aderito all'iniziativa. Quest'anno hanno partecipato applicando uno sconto lineare non inferiore al 5% sul totale della spesa, 43 operatori commerciali, 6 in più rispetto allo scorso anno. Ciò ha permesso di offrire alle famiglie un risparmio maggiore che si riassume in promozioni sul prezzo di acquisto per vari prodotti o servizi dagli stessi commercializzati cui le famiglie potranno accedere mediante la tessera rilasciata dal Comune. Inoltre per le famiglie con reddito ISEE inferiore  o pari ad euro 29.153,80 è previsto un aiuto monetario su base annuale pari a 100 € per ogni figlio a  carico. Ad oggi sono stati erogati contributi ai 262 nuclei familiari, per una somma complessiva pari ad euro 56.273. Continua inoltre il servizio comunale svolto  dalla criminologa Dottoressa Carlini  rivolto in particolare a tutte le donne che hanno subito o subiscono violenza e maltrattamenti. Purtroppo  il servizio continua a vedere l'accesso sia di persone residenti a Recanati che nei comuni limitrofi. Nel 2016 hanno
avuto accesso allo sportello circa 30 donne, soltanto quattro casi già conosciuti nel 2015. "La nostra attività sociale mira a potenziare, facilitare e incoraggiare l'accesso ai servizi e alle misure disponibili per i propri bisogni – commenta l'Assessore Tania Paoltroni -. Il nuovo Welfare oggi volge  lo sguardo verso nuovi orizzonti, verso la responsabilizzazione del bene comune. Non più assistenzialismo puro ma coprogettazione. L'attività non conosce soste ed è ripartita gia dal primo gennaio grazie anche al bilancio di previsione approvato per il secondo anno consecutivo a dicembre. Il sociale non va in ferie, la sinergia tra amministrazione e coloro che vivono in situazioni di indigenza sociale è  da considerarsi sempre una priorità fatta di risposte concrete"

;

Lascia un commento