A Macerata il diritto alla casa vale solo se sei immigrato: pronti quasi 700 posti.

Macerata. La Prefettura ha confermato ufficialmente l'assegnazione di 671 posti per la provincia di Macerata, a cui andranno ad aggiungersene altri, arrivando a oltre mille presenze nell'arco di tempo che va dall'1 luglio 2017 al 31 dicembre 2018.

Alla vergogna dei milioni di euro destinati a fare arricchire cooperative e privati, che aderiranno al bando emesso dal Viminale, si aggiunge l'inaudita gravità del collocare immigrati, giunti clandestinamente in Italia e in maggioranza privi di diritto allo status di rifugiato, in un'area in ginocchio dallo scorso mese di agosto a causa del terremoto. Le storie e le immagini delle popolazioni terremotate, lasciate sole a patire il freddo in tende e roulotte, non sono svanite per chi, come i militanti di Forza Nuova, hanno materialmente vissuto quelle situazioni portando in loco il proprio aiuto alle famiglie sfollate.

Ora che i riflettori si sono definitivamente spenti, può tranquillamente ricominciare il piano di distruzione del nostro territorio con queste forme di ingiustizia non degne di un paese civile: se per qualcuno, il grado di avanzamento sociale si misura in "accoglienza" o in diritti civili garantiti, per Forza Nuova uno stato che abbandona in strada i cittadini che qui sono nati e vissuti, arricchendo il paese con il proprio lavoro, non può definirsi tale.

Per questo motivo, non risponderemo, come i partiti di governo, con il silenzio, a chi si permette di favorire gli ultimi arrivati a discapito dei nostri concittadini e connazionali: nessuno spazio dovrà essere concesso agli immigrati fino a quando l'ultimo terremotato non avrà un tetto sotto cui vivere.

 

Ufficio stampa Forza Nuova Macerata
macerata@forzanuova.info

;

Lascia un commento