Sciame di vespe attacca un agricoltore di Montefiore

Ha rischiato di morire il recanatese Sandro Moriconi attaccato da uno sciame di vespe che lo ha punto in molte parti del corpo. Il recanatese stava lavorando nel suo podere in località Montefiore con il proprio trattore. Sollevando una zolla di terra ha scoperchiato un nido di vespe che si sono subito alzate in volo attaccandolo. L’uomo se l’è vista proprio male con tutti quegli insetti che lo hanno cominciato a pungere su tutto il corpo: alle braccia, sulle gambe, il viso e il collo. Si erano infilate anche sotto i pantaloni e la camicia. Privo di forze Montironi è riuscito a salire sul trattore e a raggiungere la propria abitazione dove stavano ad aspettarlo la moglie e un amico nel frattempo avvertite con il cellulare. Da qui la corsa verso l’ospedale di Recanati dove i sanitari hanno provveduto a impartirgli le prime cure  a base di antistaminici e cortisonici. Poi di nuovo in ambulanza verso l’ospedale di Civitanova. Montironi confessa di avere avuto la sensazione di morire e di avere ora paura di ritornare sui campi pe riprendere  il suo lavoro.

;

Lascia un commento