Proclamato a recanati il miglior pasticcere 2017

E’ Giuseppe Manilia della pasticceria che porta il suo nome a Montesano sulla Marcellana (Salerno) il “Pasticcere dell’anno 2017”. Il riconoscimento gli è stato conferito oggi pomeriggio al ristorante Anton di Recanati dall’AMPI, l’Accademia Maestri Pasticceri Italiani fondata da Iginio Massari, pasticcere vincitore di oltre 300 concorsi, premi e riconoscimenti nazionali e internazionali nel corso del XXIII Simposio Pubblico. Se l’è meritato “per l’impegno e la costanza profuse nel perseguire gli obiettivi e gli straordinari traguardi professionali finora raggiunti e per i nuovi stimoli che costantemente contribuisce a fornire ad AMPI e all’intera pasticceria nazionale”.  E lui lo ha dedicato commosso a sua figlia Rosemary che lo ha accompagnato ed era presente in sala. Dell’evento rimane sicuramente fra tutti coloro che hanno partecipato il profumo, la sontuosità e la bontà di tutti quei capolavori di alta pasticceria che i  70 Accademici AMPI hanno preparato e offerto ispirandosi ai grandi artisti marchigiani Raffaello, Leopardi e Rossini come indicato dal tema 2017 “Poesia, musica e pittura, espressione di arte nel mondo”. Le medaglie d’oro AMPI sono andate, inoltre, all’azienda Agrimontana di Borgo San Dalmazzo (Cuneo), leader nel settore della frutta candita, e per l’eccellenza nella bontà della monoporzione a Luca Mannori di Prato che da musicista e bancario si è trasformato poi in pasticcere. Prima della cerimonia si è svolto un collegamento di circa venti minuti, con la trasmissione Rai “La vita in diretta.” A fare gli onori di casa è stato il sindaco di Recanati Fiordomo e a ringraziare pubblico e autorità che sono intervenute all’evento è stato Gino Fabbri, presidente AMPI: “ Non ci sarebbe Accademia, non ci sarebbe nulla se non ci fosse il pubblico che viene a visitare questi eventi. Grazie a tutti quelli che hanno lavorato per realizzare questo sogno. Ieri abbiamo avuto una giornata straordinaria dove tutte le Istituzioni delle Marche ci hanno aperto le porte e ci hanno fatto visitare e vedere le bellezze incredibili di questa Regione. I temi che le Marche ci hanno offerto sono stati quindi rappresentati dalla bravura dei nostri Maestri pasticceri”. 

src=http://www.radioerre.net/notizie/images/articoli/manifestazioni/pubblico

;

Lascia un commento