Il vice segretario del Pd Saletti non è legittimato a convocare il direttivo. Continua la guerra interna al partito

Comunicato Cittadini in Cammino Recanati    Ancora una volta si affidano alla stampa ricostruzioni parziali delle dinamiche del Pd di Recanati e si tende a gettare discredito sul Sindaco. La riunione di ieri sera, convocata il 2 gennaio per il 4 gennaio, doveva tenersi la prossima settimana viste le numerose e annunciate assenze (a partire da Sindaco e consiglieri che proponevano di riunirsi da lunedi), inclusa l'assenza del segretario Marinelli, l'unico legittimato a convocare riunioni di partito. La nomina di Cristiano Saletti a vice segretario é infatti del tutto illegittima, non essendo prevista questa figura nello Statuto del Pd e non essendo peraltro neppure componente del direttivo. Continuiamo a ritenere che le questioni interne vadano affrontate e superate con spirito positivo e nell'esclusivo interesse della città che il Pd amministra da quasi 9 anni. In questi mesi nessuno è uscito pubblicamente nonostante evidenti problemi come Consigli Comunali saltati senza preavviso, il problema di garantire il numero legale ed un ruolo del Pd spesso vicino all'ingerenza.  Continuiamo a ritenere che le deleghe su questioni amministrative sono fiduciarie e di esclusiva competenza del Sindaco. Se la fiducia è venuta meno nei confronti di chi esercitava una delega è solo per questioni amministrative, non certo personali o correntizie. Il segretario Marinelli ne è a conoscenza così come il gruppo consiliare. Nella prossima riunione, convocata legittimamente e con la presenza di tutti (da lunedì siamo tutti a disposizione), si potrà chiarire ogni aspetto.

;

Lascia un commento