Non sarà più smantellata la cabina elettrica che sorge in mezzo al quartiere

Quella cabina elettrica immersa nel quartiere di F.S.Lorenzo va tolta. Lo afferma Antonio Baleani di Obiettivo Recanati.La cabina fu costruita, nel lontano 1960 allora in aperta campagna, ma oggi incastrata nel mezzo del nuovo agglomerato urbano di circa 8.000 persone con tutti i possibili rischi sanitari per la stessa popolazione.  “Sono stato componente del cda di Astea, aggiunge il consigliere, per dieci anni e da sempre abbiamo lavorato proprio per il progetto della nuova cabina primaria di elettricità indispensabile alla città in considerazione che Recanati storicamente era servita da un servizio elettrico gestito a macchia di leopardo e che registrava continue interruzioni dell’energia elettrica. Inoltre era necessaria anche per soddisfare la richiesta energetica con la costruzione di nuove zone industriali. Fatta la nuova cabina il più possibile lontano del centro abitato si sarebbe dovuta smantellare la vecchia anche per venire incontro alle forti proteste dei cittadini.” Baleani ricorda che quando in Consiglio è stato approvato, nell’ottobre scorso, il Documento Unico di Programmazione “ho chiesto il motivo per cui la vecchia cabina primaria di elettricità di Fonti S. Lorenzo non era ancora stata smantellata. L’assessore Bravi candidamente mi ha risposto che non era stata mai prevista la sua demolizione. Ma come, La demolizione della cabina primaria di Fonti S. Lorenzo è stata adoperata dall’attuale maggioranza come un grande cavallo di battaglia per vincere le elezioni amministrative in una zona molto popolosa della città. Ora, in consiglio comunale, ufficialmente dichiarano che la vecchia cabina non sarà smantellata, una grande bugia elettorale che non può passare”. Un cambio di opinione che Baleani non si spiega anche perché “la nuova cabina primaria in località Acquara, in funzione dal 25 marzo 2017, e la rete di distribuzione totalmente rinnovata presente nel nostro territorio con il supporto di ulteriori 4/5 punti di prelievo Enel, sono opere già sufficienti per procedere allo smantellamento della vecchia cabina di Fonti S. Lorenzo.

 

;

Lascia un commento