In overdose fugge dall’ospedale dove era stato ricoverato

Verso le 12.30 di ieri, un giovane italiano del 1991, residente fuori provincia è stato trovato dagli agenti della volante e dal personale sanitario del 118, nei bagni del parcheggio “Sferisterio” in stato di semi-incoscienza.

Dai primi accertamenti i sanitari hanno subito compreso che il giovane era in overdose, mentre i poliziotti intervenuti hanno immediatamente riconosciuto il soggetto, noto per i suoi trascorsi giudiziari, in quanto pluripregidicato per diversi episodi di rapina, furto e reati in materia di stupefacenti. Il giovane infatti era appena uscito dal carcere di Ascoli Piceno il 22 febbraio e sottoposto agli arresti domiciliari presso una comunità terapeutica della provincia, poiché tossicodipendente.

Dopo la somministrazione del Narcarm l’individuo è stato subito trasportato presso l’ospedale di Macerata ove è stato ricoverato sotto osservazione, in stato confusionale.

Appena ripresosi però l’individuo ha lasciato il nosocomio facendo perdere le proprie tracce, scattando l’immediato allarme per le ricerche.

Il dispositivo di controllo del territorio in atto nella città di Macerata, pianificato dal Questore di Macerata dr. Pignataro, ha consentito in poco tempo di rintracciare il giovane italiano in Corso Cairoli. Il ragazzo alla vista della volante della Polizia di Stato ha subito tentato di nascondersi presso un negozio, ma gli agenti notando i suoi movimenti lo hanno immediatamente bloccato e tratto in arresto per il reato di evasione.

Sono in corsi indagini per individuare chi ha fornito la sostanza stupefacente al giovane.

;

Lascia un commento