SEQUESTRO DI CIRCA DUE QUINTALI DI CIBI ED ALIMENTI SCADUTI.

I finanzieri della Guardia di Finanza di Civitanova Marche unitamente a funzionari dell’ASUR hanno sequestrato circa duecento kg di prodotti alimentari, scaduti in alcuni casi dal 2010 detenuti per la vendita da un grossista di origine cinese operante nella zona commerciale della cittadina rivierasca
Le Fiamme Gialle di Civitanova Marche in collaborazione con i funzionari dell’ASUR, hanno sequestrato circa  200 kg di cibi ed alimenti scaduti, già confezionati ed esposti per la vendita, tra cui legumi secchi, sementi, sale, carni secche di maiale e pollo, salami confezionati, frutta essiccata, peperoncino e spezie di varia natura, frutta sciroppata, brodo liofilizzato, dolciumi, pesce in scatola, funghi secchi, the liofilizzato, pesce secco, carne congelata di pollo e anatra, carne di manzo congelata sfusa, pesce congelato sfuso, prodotti da forno surgelati, castagne surgelate, bevande quali, succhi di frutta, per un controvalore all’ingrosso stimato in euro di 3.500 circa.
Già al momento dell’accesso, i finanzieri ed i funzionari dell’ASUR, si sono immediatamente resi conto delle precarie situazioni igienico sanitarie nelle quali erano conservati alcuni alimenti, assolutamente non in regola con gli standard previsti nel nostro paese.
Molteplici le infrazioni riscontrate sugli alimenti posti in vendita tra cui prodotti con data di scadenza trascorsa da circa due anni, merci in cattivo stato di conservazione e la carenza di alcune indicazioni (etichetta in lingua italiana con indicazione dell’origine, della composizione, dell’importatore, ecc.)
La merce è stata sottoposta a sequestro penale per violazioni alle disposizioni sugli alimenti ed amministrativo sia con riferimento alla normativa sull’etichettatura dei generi alimentari che per le violazioni al codice del consumo per un totale di 611 confezioni pari a circa 200 kg. Il valore della merce all’ingrosso è stato contabilizzato in circa 3.500 euro.
Il titolare dell’esercizio, un cittadino cinese di 38 anni residente a Civitanova Marche è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Macerata e segnalato per i provvedimenti di competenza alla Camera di Commercio ed all’ASUR nr. 8 .

Queste operazioni confermano l’importante sinergia esistente a livello provinciale tra la Guardia di Finanza e l’ASUR con lo scopo comune di tutelare la salute dei consumatori.

Lascia un commento