Nessuna clientela, parola di Biagiola

Recanati. Le strade sono da sempre uno dei biglietti da visita della citta’. Il nostro e’ un po’ sgualcito, per l’estensione del territorio, i tanti chilometri di strade bianche (il nostro e’ uno  dei territori più estesi della Regione) e l’incuria che c’e’ stata negli anni. Inoltre non bisogna dimenticare gli aventi eccezionali che si sono verificati nel 2011 (alluvione) e quest’anno con il nevone. Allego l’elenco delle strade asfaltate che abbiamo sistemato dall’inizio della legislatura, incluso l’ultimo progetto che completeremo in primavera con gli interventi a Montefiore e Villa Musone. Non sto a citare le decine di interventi sulle strade rurali. Per 40 strade sistemate ce ne sono altrettante da fare, forse di più. Cercheremo di sistemarle appena recupereremo le disponibilita’ economiche necessarie. Come per Chiarino. L’intervento gestito dall’ufficio, non certo dalla politica, ha messo in sicurezza la zona più pericolosa della strada con una scelta tecnica che punta alla sistemazione definitiva invece che le solite toppe. Conosciamo il degrado di quella strada e ci stiamo impegnando per trovare una soluzione definitiva. La scelta degli interventi non avviene in base a chi risiede in una determinata strada. Altrimenti non avremmo sistemato la strada Pelliccetto o Via Fonti San Lorenzo dove abitano l’ex Sindaco Corvatta e un consigliere comunale di minoranza. Non avremmo sistemato parte di Via Carducci dove abitano e lavorano esponenti politici della passata amministrazione. Che discorsi sono? Cosa dovrebbero dire allora i miei vicini di casa visto che Via Mattutini e’ una delle strade messe peggio?

Lascia un commento