Basket Recanati in stand by in attesa del main sponsor, lunedì si delinea il futuro

 

“Tempus fugit” . Il tempo passa,fugge,scorre veloce ed in fretta.Sono giorni febbrili in seno al basket leopardiano,si avvicina la data d’iscrizione alla Legadue Silver,fissata inderogabilmente  per Martedì 9 Luglio 2013, e l’U.S. Basket Recanati é al momento,allo stato  attuale in “stand-by” , in una fase di stallo in quanto i numerosi contatti- avuti con gli eventuali sponsor e/o pool di imprese per la residua copertura del budget economico per la Stagione 2013/2014 – non sono andati  in porto. E’ questo il risultato scaturito dal secondo “summit” societario a distanza di 15 giorni,dopo quello dello scorso 10 Giugno, allargato questa volta all’altra realtà del basket locale,ovvero la Pallacanestro Recanati che ha militato lo scorso anno in DNC e con la quale c’é già un progetto per un’unione d’intenti ed una futura  fusione per incorporazione e l’Amministrazione Comunale al fine di renderla edotta sulla realtà del primo sport della città e della  provincia nel suo ambito , quarta nella Regione Marche e  per i risvolti sociali,turistici,economici e commerciali che potrebbe avere la Città di Recanati con la partecipazione alla Legadue Silver. Positivo ed un grande primo passo é stato quello di vedere intorno ad un tavolo tutto il consiglio direttivo dell’U.S. Basket Recanati con il presidente Giuseppe Pierini in testa ,gli esponenti della Pallacanestro Recanati:dal general-manager Michele Casali,al dirigente responsabile Marco Tarducci,al direttore sportivo Francesco Michelini,al dirigente da una vita ma lo scorso anno in veste di assistant-coach Paolo Pierini ed all’Amministrazione Comunale con il delegato allo sport Mirco Scorcelli ed all’assessore provinciale e comunale ai lavori pubblici Alessandro Biagiola per discutere del “Progetto Basket Recanati”. Dopo aver fatto un rapido excursus di questi ultimi sei anni che hanno proiettato l’U.S. Basket Recanati dalla Serie C ai riflettori nazionali della Legadue con gli onori  ma anche con le problematiche e gli  oneri connessi,il “presidentissimo” Giuseppe Pierini é sceso subito al pratico,al concreto,come ha sempre fatto in questi sei anni di presidenza,parlando della chiave di volta per aprire la porta della Legadue ovvero del budget economico. “Fare un campionato di Legadue Silver senza un main-sponsor e/o un pool di imprese che garantiscano la residua copertura economica del budget  come lo scorso campionato non é più pensabile e praticabile-ha detto Giuseppe Pierini-. L’U.S. Basket Recanati vuole restare nella categoria per affrontare degnamente
la prossima Legadue,ma il problema numero uno é lo sponsor principale.Sono state avviate diverse trattative,alcune anche fuori regione,ma al momento attuale non c’é stata nessuna risposta affermativa che ci abbia permesso di dare  il via libera per sciogliere la riserva ed esser pronti così  allo start,ai nastri di partenza del Campionato di Legadue Silver. Per una città di 22.000 abitanti il traguardo raggiunto é storico,impensabile pura utopia fino a qualche tempo fa,ora diventato splendida realtà, da difendere e salvaguardare da parte di tutti. E’ inoltre un motivo di vanto ed orgoglio ed un grande patrimonio sportivo la possibilità  di   partecipare al secondo campionato per ordine d’importanza a livello nazionale portando il nome della Città di Recanati in giro per l’Italia,dal Piemonte alla Sicilia,con gli innegabili risvolti sotto il profilo sportivo,turistico,economico e commerciale e sotto i riflettori dei “media” e delle maggiori testate nazionali.Tutti vorremmo continuare questa avventura,tutti la vogliono,é qualcosa di grande,ma per poterla affrontare ci vuole un’unione d’intenti.” A proposito di unione d’intenti,un primo passo é scaturito dal “summit” allargato;infatti dopo trattive avviate da mesi é stata ufficializzata, nel corso della riunione,  la  collaborazione e successivamente la  fusione per incorporazione dell’U.S. Basket Recanati con la Pallacanestro Recanati che lo scorso
anno ha militato nel Campionato Nazionale di Serie C (DNC) allo scopo di fare sistema ed unire le forze condividendo così un unico “Progetto Basket Recanati” espresso sia dal presidente Giuseppe Pierini e dal suo staff unitamente dal general manager Michele Casali e gli altri dirigenti.La Pallacanestro Recanati non si iscriverà al prossimo Campionato Divisione Nazionale C (DNC) dove ha partecipato per la prima volta lo scorso anno,raggiungendo con anticipo la salvezza,opterà  per la disputa del Campionato di Serie C/Regionale con gli elementi attinti dal proprio settore unitamente al vivaio  dell’U.S. Basket Recanati,oltre a partecipare a campionati giovanili,mentre dal punto di vista economico convoglierà le proprie risorse per il progetto unitario. “Fare due campionati a livello nazionale (Legadue e Divisione Nazionale C) non ha senso per una piccola realtà  di 22.000 abitanti come Recanati -ha detto il presidente Giuseppe Pierini- e ribadito anche dagli esponenti della Pallacanestro Recanati e dai  rappresentanti dell’Amministrazione Comunale soddisfatti per l’accordo raggiunto. “E’ la prima volta-ha detto il Delegato allo Sport Mirco Scorcelli-che un fatto del genere,senz’altro positivo,un unione d’intenti nell’ambito dello sport avviene a Recanati.Avete fatto da apri-pista,speriamo che altri seguano il Vostro esempio,al fine di unire le forze e fare sistema per una crescita dello sport nella nostra città sotto tutti i punti di vista ed inoltre  per la miglior razionalizzazione e gestione degli impianti ,inoltre vedremo la fattibilità per un miglior sfruttamento del “palas” con eventi e manifestazioni oltre all’impiego delle energie rinnovabili (n.d.r. data l’ottima
esposizione al sole e come avviene per altri “palas” della penisola).” Nel finale della riunione qualche barlume,luce di speranza si é acceso sul futuro prossimo del basket leopardiano,a partire dai numerosi contatti,circa una ventina operati dal general-manager Michele Casali in tutta Italia anche se attualmente infruttuosi  che hanno mosso come suol dirsi le acque,a quelli operati dal responsabile marketing Paolo Cenci unitamente dal presidente Giuseppe Pierini e da altri consiglieri della società , con 7 canali  ancora aperti e che nei prossimi giorni un paio dovrebbero concretizzarsi, per andare dall’Assessore Biagiola,tra l’altro un grande appassionato della “palla a spicchi” che cercherà di sensibilizzare unitamente all’Assessore allo Sport ed all’Amministrazione Comunale tutte le forze industriali-commerciali ed economiche della Città di Recanati e del territorio verso il “Progetto Basket Recanati” al fine di far comprendere il valore mediatico ma anche  sociale del progetto
stesso. “Non abbiamo situazioni pregresse che possano impedirci l’iscrizione alla Legadue Silver-dice il presidente Giuseppe Pierini-vorremmo affrontarla con la dovuta tranquillità in quanto siamo una società seria,ambiziosa,ma nello stesso tempo parsimoniosa.Siamo stata la seconda squadra che ha speso di meno la scorsa stagione e ci siamo salvati,conquistando così l’accesso con la riforma dei campionati  alla Legadue Silver,ma l’abbiamo affrontata senza uno sponsor principale e questo in proiezione futura non é pensabile.Riusciamo a coprire- con le nostre forze ed unitamente ora con quelle dovute all’unione con la Pallacanestro Recanati- il 75%-78% del budget economico per poter affrontare il prossimo campionato di Legadue Silver.Ci manca quindi poco per sciogliere la riserva,ma questo 22/25 per cento é basilare per poter affrontare senza fare salti nel buio,o voli pindarici,un campionato che richiede grandi sforzi economici e con la possibilità di tesserare addirittura   giocatori americani ed europei,il tutto é quindi proiettato  nell’ottica di avere una base societaria
più forte per un futuro migliore”. E’ iniziato il count-down,il prossimo e  decisivo “step” sarà Lunedi 1 Luglio 2013 alle ore 21,15,in quella data,dopo aver fatto il punto della situazione con gli ultimi e speriamo positivi colloqui con gli sponsors  sarà presa la decisione definitiva sul futuro del basket leopardiano. Il facile lo abbiamo fatto,il possibile lo stiamo facendo,per l’impossibile ci stiamo attrezzando. E’ in questi momenti che ci vuole uno scatto d’orgoglio da parte di tutti,un unione d’intenti da parte della società,dell’amministrazione comunale,della classe imprenditoriale,dei tifosi e di quanti hanno a cuore il bene dello sport ed in particolare del basket a Recanati e del territorio,un connubio perfetto per uscire con slancio dal guado per vedere in fondo al tunnel la luce della Legadue Silver”.

 

Lascia un commento