“Il Grande Sogno” di Chiara Samugheo

RECANATI 4/4/2015. Grande successo per l’inaugurazione della mostra “Il Grande Sogno” della fotografa Chiara Samugheo presso l’Atrio Comunale, organizzata dal circolo fotografico Obiettivo per tutti CCSR Le Grazie. La cerimonia è stata preceduta da una conferenza in Aula Magna iniziata con la proiezione del video di Claudia Cardinale, grande amica della Samugheo, seguita dalla presentazione del Sig. Renato Longo presidente della Galleria FIAF di Torino. Longo ha parlato della vita della fotografa famosa a livello internazionale per aver immortalato con i suoi scatti le celebrità di tutto il mondo. E’ stata la prima donna fotografa professionista in un periodo in cui questa professione era prettamente maschile. Una donna dal temperamento ribelle e determinato che non ha avuto alcun timore di lasciare fin da giovanissima la sua città (Bari) e la sua famiglia per sfuggire allo stereotipo della figlia femmina destinata ad essere sposa fedele e madre affettuosa. Fugge a Milano dove incontra giornalisti, artisti, scrittori, del calibro di  Giorgio Strehler, Quasimodo, Moravia ma sarà il conte napoletano Pasquale Prunas, grafico straordinario, editore di Le Ore e suo futuro compagno, ad indirizzarla alla fotografia. I suoi primi reportage, “I Mussolinidi”, “le Invasate di Galatina”, “Padre Borrelli: il padre degli scugnizzi”, “le baraccate di Napoli” conquistano le pagine della rivista Cinema Nuovo. Mandata alla mostra del cinema di Venezia per investigare sui costi della biennale, Chiara scatta una foto all’attrice Maria Schell, conquistando la copertina. La rivista fa il tutto esaurito e da quel momento inizia per lei la carriera di ritrattista. Parte per Roma dove sarà chiamata da tutte le stelle nascenti del cinema in cerca di visibilità. Oggi questi personaggi sono diventati icone. Girerà il mondo e lavorerà per più di 40 testate internazionali immortalando i vip in pose naturali e ironiche, senza usare artifici, donandoci scatti incantevoli a volte divertenti. Sarà corteggiata anche da Henri Cartier-Bresson che in visita a casa sua, le propone di lavorare per l’agenzia Magnum. Lei non accetta perché troppo impegnata a viaggiare per lavoro. Di quella giornata rimarrà una foto del grandissimo fotografo ritratto in un angolo della sua casa, seduto a terra senza scarpe ma colto in un atteggiamento da vero sovrano. Le immagini di Chiara Samugheo sono state pluripremiate ed esposte nei più grandi musei del mondo. A rendere omaggio alla grande fotografa, il presidente del CCSR padre Raffaele De Fulvio, l’assessore alla cultura Rita Soccio e il sindaco Francesco Fiordomo. In conclusione la Samugheo ha citato i suoi libri d’arte su Vicenza e Palladio, su Lucca, sulla Sardegna “ma vengo ricordata solo come la fotografa delle dive”. Alla domanda "che cos'è per lei il Grande Sogno?" la risposta è stata "il grande sogno é la vita".

 

Nicla Cingolani

 

;

Lascia un commento