L’ex sindaco Rosalba Ubaldi e l’assemblea pubblica di Uniti per Porto Recanati

All'incontro di UPP io non c'ero ma non serviva alcuna fantasia per ipotizzare cosa sarebbe stato detto. Da quanto riportano gli organi di stampa soprattutto web mi sembra evidente che oltre a non dire niente già non conosciuto, si sia svolta ancora una volta una reprimenda nei confronti di tutti avversari e precedenti alleati senza un briciolo di autocritica. Tutti cattivi ad averli mandati a casa e a non permettere loro di fare quanto programmato. Ma di quali programmi parlano? Mai sentito parlare di programmi e progetti. Ne per l'Hotel House né per altro. Bugie, o forse chiacchiere tra pochi intimi. Se avessero voluto, avrebbero potuto fare qualsiasi cosa. Poiché non credo che per l'area intorno all'Hotel House fosse necessario incrementare i volumi (o almeno nel mio progetto non erano necessari incrementi ma addirittura riduzioni) ed il progetto originario con la demolizione dell'edificio era lo stesso esaminato dalla Giunta Ubaldi e da Grande Futuro pubblicizzato prima delle elezioni con la loro derisione, seppure con qualche possibile variazione qualora apportata, non occorreva neanche fare una variante ma semplicemente un piano di lottizzazione che è competenza di Giunta. Non lo hanno fatto, impegnati come sono stati giorno dopo giorno a disfare tutto quello che era stato fatto prima e che era stato frutto di esame attento e buon senso. L'Ufficio Tecnico si è opposto alla gara di manutenzione del verde? Tutte le volte che avevamo esaminato la possibilità di affidare all'esterno alcuni settori, abbiamo sempre dovuto rilevare che sarebbero costati di più rispetto all'esecuzione in house e così sarebbe stato anche per le manutenzioni o per il cimitero, con costi a carico dei cittadini. Questa è la verità. Se poi, nelle gare si chiede meno di quello che oggi si da o si dava, allora è anche possibile risparmiare ma bisogna sapere che non si offrono gli stessi servizi o la stessa qualità di intervento. Solo per citarne alcuni è stato il caso dell'Informagiovani (prima costava un po' di più ma venivano dati servizi aggiuntivi rispetto a quelli richiesti oggi alla cooperativa aggiudicataria) o l'assistenza sui pulmini che costava anche di meno rispetto ad oggi ed era qualitativamente migliore. Gli LSU utilizzati, seppure bravi, non garantiscono continuità e preparazione (o esperienza) se non altro perché possono cambiare continuamente e le rimostranze di molti genitori lo confermano. Si doveva fare la gara per l'acquisto di materiali di consumo per gli operai ? Bene, qualcuno prima o poi ci dirà quanto è stato risparmiato (raffrontando le stesse moli di lavoro prima e dopo) acquistando fuori città e magari per gli operai doverci tornare per due chiodi due volte. Mi ricorda tanto mio padre che da Porto Potenza andava a comprare un barattolo di vernice in un grande magazzino della Baraccola perché lo pagava un euro in meno di quanto costava in un negozio analogo di Porto Potenza. Non ci metteva il tempo e la spesa della benzina. Ma papà aveva 96 anni e voleva dimostrare di essere capace di andare ancora in auto. Non credo sia il caso del Comune. La verità è che con la scusa di gare, autorizzazioni, determine, delibere hanno bloccato una città anche nelle piccole manutenzioni magari con l'intromissione diretta di consiglieri o assessori "esperti" cosa assolutamente esclusa, questa sì, per legge agli amministratori. Poi però non dicono che si sarebbe potuto risparmiare la spesa fissa dell'avvocatura civica, una convenzione di cui non sappiamo alla fine il costo reale. Ed ha ragione l'Argano quando ricorda perché il Presidente dell'Ordine degli Avvocati ha contestato le affermazioni della Montali. Di sicuro non per il Burchio che ha rappresentato per quella Amministrazione la foglia di fico dietro la quale nascondere la nullità assoluta. E perché una gara non è stata fatta per il Piano delle Antenne e per quello del Traffico? Perchè abbiamo pagato il Piano delle Antenne la stessa cifra che ha pagato Imola con un territorio oltre 10 volte superiore al nostro e una popolazione di 70.000 abitanti contro i nostri 12.000 quando Comuni vicini e simili al nostro o più grandi hanno speso meno della metà ? Perché è stato affidato senza alcuna gara e selezione quel piano e quello del Traffico ? Due balneari non erano collegato correttamente alla rete fognaria ? Bene, il compito di allacciarsi in fogna era dei balneari; andremo a vedere chi erano stati gli idraulici che avevano fatto il lavoro per loro conto. Sulla difesa della costa e sui rapporti con l'assessore regionale non aggiungo assolutamente niente. Hanno saputo rendere complicata una vicenda che andava semplicemente gestita e portata a termine con solerzia e non prendendosela con la Regione o con il Responsabile che chiedeva di procedere a verifiche ritenute necessarie. Oppure pensavano che come l'arch. Natalini messo di fronte alla scelta politica di annullare i propri atti sia andato "misteriosamente ed immediatamente" in ferie per poi trasferirsi presso altro Comune, anche il geom. Re facesse altrettanto ? La verità è che hanno messo sulla graticola il responsabile dell'Ufficio Tecnico fin dall'insediamento con il solo obiettivo di rimuoverlo perché, a loro parere, ancorato alle precedenti Amministrazioni. Tutti coloro che fanno, possono sbagliare. Il dolo è altra cosa e di quello, se verificato, gli interessati rispondono in prima persona. Sulla delibera della Khai quello che sostiene l'ex vicesindaco è vergognoso e per questo verrà querelato. Sulla Khai abbiamo sempre sostenuto la verità e siamo pronti a sostenerla in ogni luogo. Le promesse non mi sono mai appartenute e non mi appartengono e lo dice la mia storia. Quelle le hanno fatte loro a destra e manca senza poi onorarle perché non era possibile farlo. Ci spieghi piuttosto l'ex vicesindaco perché ha adottato una delibera per annullarne un'altra fatta dalla mia Giunta per il Peep per poi rimangiarsela integralmente con una successiva. Le delibere non sono carte da gioco ma sono atti che meritano il più ampio rispetto. Era anche quella una "vendetta" andata però di traverso che rientrava nel progetto di demolire tutto quello che era collegato alla precedente Amministrazione. La Zoppi dopo l'altra sera la soprannomineremo Mario Draghi de noaltri. A me le sue relazioni sembravano tanto identiche a quelle degli anni precedenti e quindi fatte dalla stessa persona che le aveva sempre fatte. E quando le leggeva lo faceva con lo stesso tono con cui si leggono in chiesa le letture alla messa, a testimonianza che non erano farina del suo sacco. Tutto il resto sono chiacchiere. Aveva detto che c'era un buco nel bilancio e non era vero. Ha detto l'altra sera che avrebbe voluto fare ma non ha potuto perché i "cattivi" non glielo hanno permesso mandandola a casa. Ma che ha fatto in un anno? niente di niente. Il bilancio partecipato, che richiede molto tempo, poteva cominciarlo a fare molto prima di cadere se ne avesse avuto voglia ma non ne ha avuto voglia e questa è la verità. Non hanno avuto tempo per mantenere i rapporti con stampa e cittadini? Non è vero. E' vero invece che hanno provato anche ad avere un addetto stampa per un certo periodo e una segreteria personale del sindaco (mai avvenuto prima) così come è vero che davano appuntamenti non rispettati (come nel caso della Sintagma – Piano del Traffico ) che nonostante fosse stata convocata abbia dovuto attendere tutta la giornata per poter conferire con lo stesso che li aveva chiamati per molte ore prima. Nessuna ammissione di responsabilità risulta in merito ai pessimi rapporti avuti con gli Enti sovracomunali, Arpam, Astea, Ordini vari, Associazioni, cittadini con i quali non sono stati capaci di mantenere pur minimi rapporti di civile convivenza.

Non entro nel merito del comportamento degli assessori dimissionari perché non mi appartiene e non ho elementi di giudizio ma la verità è che ex sindaco e Upp non hanno voluto prendere atto di non avere più i numeri per molti giorni ed hanno continuato a deliberare come se nulla fosse, incuranti del fatto che non avevano più una maggioranza che supportasse le scelte della Giunta e questo politicamente è molto grave. La ex maggioranza è semplicemente implosa vittima delle proprie contraddizioni e della perfidia che ha orientato tutti gli atti assunti quando qualcuno non ha più accettato tali comportamenti beceri. E quando una maggioranza implode si danno le dimissioni con dignità. Se questo non avviene il Consiglio Comunale viene sciolto con l'applicazione di norme che la legge prevede ed è quello che è avvenuto o anche questo è illegale agli occhi e giudizi degli esimi scienziati che abitavano a Palazzo Volpini? E questo con la mafia e la camorra evocate non ha proprio niente a che fare. Come sempre avvenuto, anche in questo caso non sembra che alcuna ammissione di responsabilità sia stata fatta per aver deliberatamente e aspramente contrastato tutti gli Enti sovracomunali, Associazioni, cittadini rovinando rapporti di normale convivenza civica.

 

Rosalba Ubaldi

;

Lascia un commento