La nostra campagna abbandonata. Perchè non ripristinare la delega all’agricoltura?

Daniele Massaccesi, medico di base, si rammarica che non sia stata rinnovata la delega dell’assessorato all’agricoltura che nel passato quinquennio amministrativo rientrava, invece, nelle sue competenze insieme a quello della sanità. E’ un vero peccato anche perché Massaccesi ha l’impressione che il territorio non abbia quella dovuta attenzione che invece merita, tanto più che si parla sempre più, e in maniera preoccupante, di dissesto idrogeologico, causa di molteplici danni all’agricoltura e all’uomo.

“Abbiamo un territorio che va salvaguardato. Si rischia, con la sparizione delle province, che nei prossimi anni i controlli  nelle zone di campagna siano sempre più difficoltosi. Allora l’amministrazione comunale deve maggiormente interessarsi di cosa capita nelle sue campagne, in che stato, ad esempio, sono i nostri fossi e i bordi stradali.” E’ impensabile che questi  controlli siano svolti esclusivamente dalla polizia municipale per le dimensioni particolarmente vaste del territorio recanatese.

“E’ comune imbattersi in fossi che vengono mal custoditi. Ad esempio, dice ancora Massaccesi, le erbe che vengono tagliate con il decespugliatore finiscono per coprire la segnaletica stradale e gli stessi fossi. Allora è necessario fare accordi, perché vigilino su quelle che sono situazioni di criticità, con le associazioni come quella dei cacciatori. Sono rimasti pochi i cacciatori ma conoscono bene il territorio e possono fare da vigilantes comunicando le varie situazioni critiche che capita loro di osservare. Grazie alle loro segnalazioni possiamo far interventi mirati e intervenire tempestivamente. Alla prima pioggia, poi, non possiamo lamentarci dei danni.”

src=http://www.radioerre.net/notizie/images/articoli/uomini/daniele

;

Lascia un commento