Venerdì 15 aprile incontro su Matteo Zampini

Un recanatese nella Francia delle Guerre di Religione. A far luce sulla figura del giurista recanatese Matteo Zampini sarà il prof. Albero Clerici, docente di storia delle dottrine politiche presso la Facoltà di Scienze politiche dell'Università delle Scienze Umane "Niccolò Cusano" di Roma (UNISO). Clerici nel 2009 pubblica in "Storia e Politica" una ricerca su Matteo Zampini, unico studio dopo quello di Leon-Pierre Raybaud del 1965, per parlare nuovamente di questa figura politica di spicco nella Francia dei Valois.

Matteo Zampini (Recanati 1519/20 – Roma 1600), di cui abbiamo un profilo grazie a Padre Clemente Benedettucci, studiò all'università di Siena e, dopo laver ottenuto il titolo di dottore utroque iure, ritorna a Recanati dove partecipa alla vita politica cittadina come funzionario del governo nel 1545 e Priore del Popolo nel 1546. Desideroso di incarichi più perstigiosi, aitato dall'ambiente romano, conosce un vescovo francese e riesce a raggiungere Parigi nel 1555. Qui protetto da Caterina de' Medici e ben voluto da Enrico III, sviluppa un percorso politico che con la pubblicazione De gli Stati di Francia et della loro possanza, un testo importante scritto sugli Stati Generali di Francia durante le guerre di religione che gli diede la notorietà fino alla metà del VIII secolo. 

Zampini rimane una figura ancora da scoprire per la prima e ultima parte della sua vita. Sarebbe interessante capire come e con chi il suo pensiero si sia formato a Siena, indagare sugli ultimi suoi anni a Roma in un convento gesuita, al quale sembrerebbe abbia lasciato un'importante biblioteca.  

L'incontro, promosso dall'Università di Istruzione Permanente "Don Giovanni Simonetti", Comune di Recanati, Regione Marche, Provincia di Macerata, si svolgerà venerdì 15 aprile alle ore 17.130 nella sala dell'Ex Granaio a Villa Colloredo Mels con la partecipazione del Sindaco Francesco Fiordomo e l'Assessore alle Culture e all'Istruzione Rita Soccio per i saluti; la presentazione sarà a cura della prof.ssa Aurora Mogetta, promotrice dell'evento e proprietaria con il marito Bontempo Vincenzo del libro firmato da Zampini, mentre lo studioso Andrea Marinelli introdurrà i temi e il contesto nel quale il giurista ha sviluppato il proprio pensiero politico. 

Qui sotto l'intervista ad Aurora Mogetta dove ci regala altre notizie inedite.

;

Lascia un commento