Il bagno eternamente.. rotto

Sono trascorsi due mesi dalla chiusura del bagno pubblico di Porta Cerasa e ancora campeggia il cartello scritto con il pennarello: bagno rotto. La monumentale opera, costata diverse decine se non centinaia di migliaia di euro, assomiglia sempre più ad un vecchio rudere. In una città già carente di simili strutture rappresenta una vera iattura la chiusura di un bagno posto, peraltro, in pieno centro storico e nel terminal di bus di linea. La struttura prevedeva anche un gazebo per le informazioni turistiche ma anche questo fa miseramente mostra di sè senza essere mai entrato in funzione. La nuova Amministrazione ha inaugurato da pochi giorni un nuovo centro di informazione turistica nella chiesetta di San Pietrino, proprio in vicinanza di casa Leopardi che, per una strana legge del contrapasso, ha creato polemiche proprio per un motivo inverso: la realizzazione di un bagno per disabili nella sacrestia dell’edificio religioso tutelato dalla Soprintendenza. Per un bagno che si apre, un altro resta miseramente rotto. Eppure non dovrebbe essere così difficile farlo funzionare. In realtà dietro la storia di questa costruzione c’è una vicenda poco chiara di appalti e impegni economici sulla quale l’Amministrazione sta cercando di far luce. Il sindaco promette fra pochi giorni ne sapremo delle belle!. a.t.

;

Lascia un commento