Taddei se ne va e le sue deleghe rimangono nelle mani del Sindaco

Aumentano le deleghe del sindaco Fiordomo dopo le dimissioni dell’assessore Nino Taddei avvenute con lettera del 31 ottobre scorso. Il sindaco, con proprio decreto dell’otto novembre, nel prendere atto delle dimissioni ha riservato a sé, per ora, tutte le deleghe inizialmente conferite all’assessore dimissionario e precisamente: turismo, attività produttive (industria, piccole e medie imprese, artigianato), occupazione e lavoro, mobilità urbana e rete trasporti, marketing territoriale, industria alberghiera e strutture ricettive, valorizzazione sistema agricolo. Il sindaco aveva già, sin dal primo giorno del suo secondo mandato, la delega dell’intero settore urbanistico: pianificazione territoriale, rigenerazione urbana, sviluppo progetti e programmi speciali U.E., sicurezza e legalità. 

Intanto il consigliere Enrico Fabbraccio, amico ed aderente allo stesso gruppo politico della “Civica Recanati”, di cui fa parte Taddei, ha annunciato ufficialmente, nella seduta di consiglio del 16 novembre scorso, la sua uscita dalla maggioranza dichiarando di sentirsi libero di assumere ogni decisione in base alle proprie convinzioni personali sugli argomenti che di volta in volta saranno trattati e posti in votazione nella sede istituzionale. 

;

Lascia un commento