Una diga sul fiume Potenza

Una foto che ha fatto scattare un campanello d’allarme ad una recanatese amante della natura, che si è fatta in questi giorni una passeggiata sul fiume Potenza. “Questa, scrive la recanatese, è una vera e propria diga sul fiume Potenza che si trova più o meno all'altezza della Cooperativa sociale Terra e vita a Chiarino di Recanati. Ho scattato la stessa foto due anni fa e da allora nulla è cambiato. Auguriamoci che non ci siano precipitazioni eccezionali altrimenti non serviranno più neanche le pompe idrovore.” A che punto sono gli interventi promessi sul fiume Potenza al fine di prevenire eventuali esondazioni? E’ vero che siamo ancora in pieno inverno ma fra pochissimo arriverà la buona stagione e con essa il disgelo della tanta neve che in questi giorni sta scendendo sulle nostre montagne. E allora, se l’acqua troverà sul suo cammino simili ostacoli cosa succederà e, eventualmente, di chi sarà la colpa? Una volta era la provincia, ora sembra che la competenza sia stata trasferita completamente alla Regione e con essa progetti e finanziamenti. Proprio nei giorni scorsi è stato il capogruppo UDC in Regione Marche a presentare un’interrogazione in tal senso chiedendo notizie sull’utilizzo dei fondi per complessivi 11.468 milioni di euro dei fondi europei, destinati alla realizzazione di progetti pilota di mitigazione del rischio idrogeologico. Di questi, ricorda Marconi, “700 mila sono destinati proprio per il Fiume Potenza, per realizzare progetti pilota sulle reti fluviali che hanno alla foce centri abitati o aree industriali, al fine di prevenire fenomeni di esondazione.

 

;

Lascia un commento