Vietato sbagliare per il Basket Recanati, secondo match ball casalingo contro Udine

Il Basket Recanati prepara la sfida casalinga contro la Gsa Udine in calendario domenica al Palarossini di Ancona con palla a 2 alle ore 18, Il coach leopardiano, alla vigilia della 18esima giornata della A2, suona la sveglia dopo la prestazione double face nel derby con l’Aurora Jesi. Un secondo match ball interno assolutamente da non fallire per rimettersi ufficialmente in carreggiata e giocarsi le proprie carte in chiave salvezza. “  Se giochiamo due tempi sì e due no non andremo molto lontano – apostrofa Giancarlo Sacco -. A partire dal match contro Udine abbiamo l’obbligo di giocare per 40 minuti  alla morte, al meglio delle nostre possibilità, con il furore che deve caratterizzare le squadre che si trovano nella nostra posizione,tanto più se vi è la concreta possibilità di abbandonare l’ultimo posto in classifica. Solo in questo modo ci tireremo fuori,ma statene certi io farò di tutto per salvare Recanati dalla retrocessione”. Basket Recanati al gran completo ad eccezione del capitano Attilio Pierini fermo ai box in seguito all’intervento di pulizia al  tendine ed in procinto di scendere sul parquet per una partita ufficiale  tra 15/20 giorni. Due ex nel match Recanati-Udine ed entrambi tra le file friulane: si tratta dei due ex-leopardiani, ovvero, del play Andrea Traini (’92) che ha militato con Recanati nella stagione 2012/2013,tredici presenze (103 punti) e la scorsa stagione con 30 presenze e 284 punti, mentre Riccardo Castelli (’88) venne ingaggiato dal Basket Recanati nel corso della campagna di rafforzamento nel Febbraio 2013 con l’ala piemontese che contribuì alle fortune del sodalizio leopardiano con l’ingresso in A/2 Silver.  “ Sarà una partita tosta e difficile,come d’altronde tutte in questo campionato – dice il giocatore giallo blu Massimiliano Fossati -. Gran parte del roster è esperto e consolidato avendo aggiunto oltre a Cuccarolo, gli stranieri Okoye e Allan Ray che fatturano gran parte dei punti della formazione friulana  oltre all’ex-leopardiano Andrea Traini in cabina di regia. Hanno il loro punto di forza in difesa grazie alla loro intensità nell’arco della gara. Noi come sempre ce la metteremo tutta per ritornare alla vittoria dopo il passo falso di sette giorni fa nel derby con Jesi al fine di agganciare Forlì ed abbandonare l’ultimo posto solitario”. All’ andata vittoria di Udine (84-62) che travolse Recanati sin dall’avvio del match che vide tra l’altro tra le file leopardiane l’esordio dello statunitense Richard Travis Bader.

;

Lascia un commento