Mozione di sfiducia per il presidente del Consiglio comunale di Recanati Massimiliano Grufi

Il Presidente del Consiglio Massimiliano Grufi non è più super partes. Con questa motivazione il Movimento 5 stelle, all’indomani della seduta di Consiglio Comunale del 12 aprile scorso, saltata per numero legale, e di quella del giorno dopo, annullata d’imperio dal Presidente, ha presentato in queste ore al protocollo del Comune una mozione di sfiducia per chiedere le sue dimissioni da questa importante carica.

L’atto sarà discusso molto probabilmente in apertura del prossimo Consiglio Comunale, fissato per il 23 maggio, su proposta dello stesso Grufi.

Per i grillini il presidente ha adottato una decisione inopportuna, antidemocratica e al limite di una censura penale per aver impedito ai consiglieri di svolgere appieno il proprio mandato elettivo. Come si ricorderà le due sedute del Consiglio Comunale avevano all’ordine del giorno un problema assai “caldo”: la decisione di accendere un mutuo di circa 4 milioni di euro per la realizzazione della nuova scuola Gigli. Una proposta che ha, secondo i rumors politici locali, spaccato in due il maggior partito di governo, il PD.

Di quanto successo in Consiglio è stato investito anche il Prefetto con una nota partita dagli altri consiglieri di minoranza che il Movimento 5 Stelle non ha sottoscritto.

;

Lascia un commento