Un autogol lancia la Recanatese, battuto il Giulianova e la scalata continua

Di Oreste Cecchini

Vittoria di stretta misura grazie ad un autogol scaturito nei primi minuti per una Recanatese che continua a scalare la classifica inanellando il settimo risultato utile consecutivo. Partita comunque assai combattuta e sempre sul filo di lana quella giocata al Tubaldi contro il Giulianova e valida per la 9° giornata della serie D girone F. Mister Alessandrini conferma l'undici vittorioso una settimana fa contro il Montegiorgio, mentre nel Giulianova c'è l'assenza di rilievo dell'attaccante Tozzi Borsoi che probabilmente si è fatta sentire per la compagine di Stellone. Gara subito in discesa per i leopardiani che dopo otto giri di lancette sbloccano il risultato. Sivilla mette in mezzo un pallone che il difensore De Fabritiis devia nella propria porta. Dopo lo svantaggio gli ospiti hanno iniziato a macinare gioco e la Recanatese è stata spesso costretta alla difensiva anche sePera e Olivieri hanno creato delle opportunità per il raddopppio. Alla mezz'ora Di Paolo mette i brividi ma Piangerelli si rifugia in angolo, pochi minuti dopo lancio di Pera per Marchetti che viene atterrato in area: vane le proteste dei locali. Al 34' splendida azione della Recanatese. Olivieri lancia Pera sulla destra, in area Piccola Sivilla con uno spettacolare colpo di tacco va vicino al raddoppio. Il Giulianova risponde con un traversone che incoccia sulla traversa del capitano Del Grosso. Ma allo scadere Pera si infila tra due difensori e la sua girata sfiora il palo. Ripresa. La Recanatese è subito pericolosa la Recanatese. Al 6' mischia in area ma Olivieri arriva scoordinato su una sfera che chiedeva solo di essere sospinta in rete. Un minuto dopo attimi di paura per la Recanatese. Torelli viene atterrato dall'uscita del portiere ma mentre l'arbitro sta per indicare il penalty, il guardalinee con la bandierina alzata segnala il fuorigioco. Poi al 26' ancora pericoloso Del Grosso che con il suo diagonale colpisce la base del palo, mentre al 38' è Di Paolo che da ottima posizione manca il pari. Nel finale ancora Pera generosamente in avanti, entra in area e viene strattonato e costretto a calciare debolmente per la facile presa del portiere ospite. Terzo successo stagionale per la squadra di Alessandrini che sale all'ottavo posto in classifica e conferma la buona tenuta difensiva con il solo gol incassato nelle ultime sei giornate. Una squadra sicuramente in crescita che si prepara ad affrontare la trasferta più attesa e insidiosa del campionato in programma domenica prossima al Manuzzi di Cesena con i romagnoli che grazie al successo di Jesi continuano l'inseguimento al Matelica.

 

RECANATESE: Piangerelli, Dodi (42′ s.t. Gambacorta), Monti (42′ s.t. Candidi), Lunardini, Nodari, Rutjens, Pera, Borrelli, Sivilla (34′ s.t. Palmieri), Olivieri, Marchetti (28′ s.t. Raparo). A disp.: Sprecacè, Mataloni, Colonna, Giaccaglia, Tanoni. All.: Alessandrini.

REAL GIULIANOVA: Shiba, Del Grosso, Antonelli (34′ s.t. Palladini), Fuschi, Ferranti, De Fabritiis, Di Paolo, Balducci (40′ s.t. Pierabella), Frulla (20′s.t. Mangiacasale), Torelli, Fazzini. A disp.: Parente, Ferrini, Ricchioni, Forò, Crisci, Fondrieschi. All.: Stallone.

TERNA ARBITRALE: Bordin di Bassano del Grappa (Gambino di Nocera Inferiore – Pelosi di Ercolano)

RETE: 8′ p.t. autogol De Fabritiis

NOTE: ammoniti: Fuschi, Antonelli, Lunardini, Marchetti, Nodari.

SUGLI ALTRI CAMPI: Detto del Cesena corsaro a Jesi, il Matelica continua a tenersi stretta la vetta vincendo la partita di cartello contro il San Nicolò Notaresco. Cuccato entra e segna il gol della vittoria a due minuti dalla fine dopo la rimonta degli abruzzesi che nella ripresa avevano rimediato all'iniziale uno – due dei locali firmato da Dorato e un autogol. Settimo successo di fila per i ragazzi di Tiozzo che mantengono 2 punti di vantaggio sul Cesena e 6 sulla Sangiustese che viene bloccata in casa dal fanalino di coda Avezzano. Gli uomini di Senigagliesi mantengono l'imbattibilità ma si mordono le mani per non essere riusciti a gestire il vantaggio arrivato con Cheddira dopo appena venti minuti. Gli abruzzesi impattano nella ripresa con Do Santos, con un bel colpo di tacco. Amara invece la sconfitta per il Montegiorgio sul campo della Savignanese. Omiccioli porta avanti la squadra di Paci che viene raggiunta e poi superata in piena zona Cesarini. I punti in classifica per i calzaturieri restano 8, due in più della Jesina. Un punto invece per il Castelfidardo a Santarcangelo di Romagna dove la gara è terminata 0 a 0. I bianco verdi muovono la classifica ma restano al penultimo posto e ancora in attesa del primo acuto stagionale. Due punti in due partite con il ritorno in panchina di Vagnoni.

;

Lascia un commento