Simonacci incontra Coldiretti: massima condivisione di intenti per il rilancio del settore primario

È stato più che positivo l’incontro che si è tenuto ieri  del Candidato Sindaco per Recanati, Simone Simonacci con i rappresentanti Coldiretti, sezione Macerata.

Ad unire le parti, l’obiettivo di tutelare le attività del settore primario sul territorio recanatese, contribuendo così allo sviluppo occupazionale, al corretto uso delle risorse e alla nascita/incentivo di tutta una serie di servizi rivolti alla comunità.

Essere consapevoli del ruolo che l’agricoltura gioca ogni giorno sulla vita dei cittadini è il primo passo: non è solo garanzia di ciò che viene portato a tavola, nelle case, nelle mense dove mangiano bambini, dipendenti, ammalati, nei ristoranti e bar, è anche un modo per mantenere vivi sapori e tradizioni del territorio, preservare la memoria storica e offrirla come plus a chi, arriva a Recanati per la poesia, l’arte, la dolcezza delle colline e la buona cucina. Non da meno l’incidenza che ha in ambito di dissesto idrologico.

“La terra è un patrimonio che va coltivato, e non solo fisicamente” afferma Simone Simonacci condividendo in toto il programma esposto da Coldiretti. “Ha bisogno di una sua progettazione che preveda inserimento di determinate professionalità, formate nelle giuste scuole; necessita dei giusti canali di vendita siano essi diretti o indiretti; è madre di quelle tipicità che tanto contraddistinguono la nostra regione, la nostra città; rappresenta una vera e propria risorsa economica e sociale, si pensi agli orti per gli anziani, agli agri-nido, alle fattorie didattiche, solo per citare alcuni”.

Da parte di Coldiretti, soddisfazione nel trovare, nel candidato Sindaco Simone Simonacci, un ascolto partecipato e una condivisione di intenti che puntano a trasformarsi – già nel corso della prossima legislatura – in proposte organiche e soluzioni concrete

 

;

Lascia un commento