Recanati: viale Badaloni alle prese con un cantiere “all’infinito”

L’hanno soprannominata “la via dell’infinito” perché lungo viale Badaloni a Recanati il cantiere allestito per la sistemazione e riqualificazione dei percorsi pedonali della circonvallazione cittadina, rischia di restare al suo posto ancora per lungo tempo. “Chiusa la campagna elettorale, chiuso anche il cantiere senza neanche aver terminato il lavoro” lamentano residenti e commercianti della zona nel constatare che da ormai dieci giorni lì non si vede più né un operaio al lavoro né un mezzo in movimento oltre al fatto che anche la segnaletica ormai è priva di manutenzione, tale da costituire un pericolo alla circolazione sia di auto che di pedoni. Inoltre la presenza dei lavori lasciati a metà in entrambi i lati della strada di fatto impedisce il parcheggio dei mezzi sia dei residenti che dei clienti degli esercizi commerciali e anche a di chi si deve recare al vicino ospedale.  Lavori programmati da tempo, nel cartello si parla del 26 novembre scorso per l’importo di 110 mila euro, che si sarebbero dovuti concludere in appena 3 mesi, cioè entro il febbraio scorso, ma contrattempi vari e fermi inspiegabili ne hanno prolungato la fine tanto che ad oggi, ad estate iniziata, non si intravede ancora la sistemazione definita di entrambi i lati della carreggiata. Problemi si sono registrati anche per la piantumazione delle essenze arboree nelle numerose aiuole, un lavoro che ad un certo punto avrebbe persino scoraggiato il vivaista che ha deciso di ritirarsi in corso d’opera non potendo garantire i tempi e le modalità richieste dall’Amministrazione.

;

Lascia un commento