Intervista a Matteo Boetti

Appuntamento con l'Arte 25 novembre 2019 – Nella Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne ho voluto ricordare Anne-Marie Sauzeau, moglie e nell’occasione musa del grande artista e genio Alighiero Boetti, critica d’arte, curatrice, scrittrice, militante femminista, giornalista, editrice e anche stilista; infatti ebbe il coraggio di disegnare un’intera collezione "di mini vestitini con zip multicolori che destò scalpore nella conformista Torino della metà degli anni ’60", come ha scritto il figlio Matteo Boetti nel suo libro d'artista "Don’t tell my mum I’m a cowboy in the morning" – edizioni Essegi – dedicato a sua madre.

Matteo Boetti è un poeta ma anche un cowboy, gallerista, curatore, ha lavorato con artisti affermati, come Ontani, Clemente, Gallo, Dessì, Pizzi Cannella, Arienti, Nunzio, Dellavedova, ed è stato anche cantante e paroliere. Nel suo ultimo libro "Tell me lover I’m a Poeta at night" continua il suo dialogo, attraverso la poesia, con il mondo femminile. Al momento sta lavorando ad un terzo libro di cui ha già il titolo in afgano, questa volta dedicato al padre.

 

Clicca sul video e ascolta

 

;

Lascia un commento