Furti con figlio in braccio: Cc arrestano nomade

Macerata. Andava a rubare nelle abitazioni con il figlio di un mese e mezzo in braccio e un minorenne suo parente come complice, ‘addetto’ a scassinare le porte. I due, nomadi dell’ex Jugolavia, 23 anni lei e 17 lui, con una sfilza di ‘alias’, sono stati arrestati dai carabinieri di Civitanova Marche. Avevano appena messo a segno un furto in un appartamento portando via gioielli per 30-40mila euro. Ma sono stati notati da un vicino, che ha subito avvisato il 112. Ora la donna e’ in una casa famiglia, il ragazzo in un centro d’accoglienza.(ansa)

Lascia un commento