Investite due donne in via Cesare Battisti, grave Bruna Menghini

 

Versa in condizioni gravi all’ospedale Torrette di Ancona, Bruna Menghini. 70 anni, investita ieri mattina insieme ad un’altra donna, Graziella Magnaterra, 48 anni, da un auto guidata da una ventenne del luogo. L’incidente è avvenuto verso le 9,30, poco distante da Porta San Domenico, nel tratto di marciapiede davanti al pastificio D’Andrea Giovanni in via Cesare Battisit. La ragazza F.G. alla guida di una Ford Fusion ha percorso la discesa di via Porta San Domenico, fermandosi allo stop. Quindi ha girato a destra per immettersi in via Cesare Battisti in direzione Porta Marina, quando ha perso il controllo del mezzo, centrando in pieno le due donne che sono rimaste schiacciate contro il portone d’ingresso di una abitazione privata. Accanto alla ragazza munita del foglio rosa c’era il padre, G.G., 56 anni. Gravissime sono immediatamente apparse le condizioni di Bruna Menghini, residente in via Alle Fonti, quartiere mercato, sorella del parroco di Santa Maria in Montemorello, Don Mario. La donna ha riportato la frattura del bacino e della gamba destra, accusando una crisi respiratoria, che ha fatto temere per la sua vita. Subito si è alzato in volo dall’ospedale di Torrette l’eliambulanza. Meno gravi le condizioni di Gabriella Magnaterra, abitante in contrada Vallememoria, titolare della lavanderia “Candore” situata a pochi metri dal luogo dell’incidente, che è stata trasportata all’ospedale di Civitanova con fratture agli arti inferiori. A soccorrere per prime le due donne sono stati due infermieri dell’ospedale Santa Lucia di Recanati fuori servizio, Franco Giuggioloni e Antonio Pallotta che, viste le condizioni gravi della donna più anziana, hanno messo in atto le pratiche rianimatorie che hanno consentito alla Menghini di prendere conoscenza e di ritornare a respirare con una maggiore regolarità.  Sotto shock la giovane automobilista, che è stata accompagnata all’ospedale di Recanati unitamente al padre che gli viaggiava accanto. A  quest’ultimo, residente insieme alla figlia nel quartiere Le Grazie, i sanitari del 118 hanno riscontrato una brutta ferita al volto e un forte shock, tanto che i primi soccorritori hanno avuto un bel da fare per riportarlo alla tranquillità. Sul posto l’ambulanza della Croce Gialla e la Polizia Municipale che ha interrotto la circolazione per circa due ore da Porta Marina alla rampa del campo sportivo Fratelli Farina, dove è atterrato eccezionalmente l’elicottero del 118 per accelerare il più possibile le operazioni di soccorso a Bruna Menghini. Ancora da chiarire le cause dell’incidente, anche se, stando ad una prima ricostruzione, la Ford sembrerebbe aver perso il controllo subito dopo essere uscita dall’incrocio di Porta Marina a causa di un’auto che procedeva in direzione opposta che avrebbe colto di sorpresa la inesperta guidatrice.

Lascia un commento