Liberi urinatori

Fra le tantissime persone che nelle grandi occasioni, come è accaduto pochi giorni fa con la fiera di San Vito, patrono della città, invadono il centro storico, ci sono quelle che immancabilmente assumono comportamenti poco civili favoriti a dire il vero dalla carenza di servizi. La scala a chiocciola che da via Primo Luglio porta a Monte Volpino, costruita più di 15 anni fa dall’allora amministrazione Ottaviani,  da sempre è luogo quasi comune per liberi urinatori. Viene da chiedersi come mai, in queste occasioni, l’amministrazione comunale non abbia pensato di posizionare qualche latrina provvisoria autopulente nei vari luoghi sprovvisti come è avvenuto in occasione del Giro d’Italia. Sarebbe una soluzione per mantenere un certo decoro della città, a cui tiene tanto, e  a ragione, la giunta Fiordomo.

Lascia un commento