Israele 15 maggio 1948

Dopo la celebrazione del giorno del ricordo dei soldati caduti e delle vittime del terrorismo nel cimitero militare del Monte Herzl a Gerusalemme,da poche ore è terminata la celebrazione Dell’indipendenza e la Fondazione dello Stato Ebraico avvenuta il 15 Maggio 1948,il giorno in cui è scaduto il mandato britannico. In Israele secondo il calendario ebraico,la data  è stata il 25 Aprile. Nel suo 65° compleanno,le manifestazioni si sono concluse il giorno 16 con una parata aerea nel cielo di Tel Aviv. Balli,fuochi di artificio,concerti in tutta Israele. La danza popolare israeliana creata da un rumeno arrivato in Israele nel 1920 ha”impegnato” il popolo; un ballo che unisce tutti gli ebrei del mondo. Bandiere bianco-celeste e stella di Davide al vento,nei balconi delle case,nelle piazze,sulle macchine; Israele tutto bianco-celeste! 65 anni fa un popolo antico fondò nella sua terra sempre ricordata nelle preghiere la sua Patria e la chiamò con il nome antico: Israele. Uno Stato che non solo ha assorbito ebrei da tutto il mondo,ma impegnato anche a tutelare i diritti fondamentali delle sue importanti minoranze non ebrei. Beduini e Drusi ed altri non ebrei combattono a fianco dei loro cittadini ebrei nelle Forze di Difesa israeliane  per proteggere Israele. Molti lo giudicano senza conoscerlo,altri lo vogliono vedere morto; hanno provato a cacciarlo con la forza dalla sua casa  per quanto piccola,che gli era stata promessa,Lui resiste,ha resistito a 6 guerre,ora però è casa sua sempre aperta allo straniero e al diverso. Era una terra arida con paludi e deserto,un paio di laghetti,un fiume Giordano con poca acqua,niente risorse. Con coraggio determinazione e fatica dei suoi uomini e donne,ora ha la migliore agricoltura del mondo; era impossibile eppure è accaduto. ISRAELE UNA TERRA PLASMATA DA UOMINI E DONNE,un’oasi di civiltà di democrazia e benessere, un “monolocale” in una Regione vastissima dove esistono dittature e teocrazia. Una nazione sviluppata economicamente in tutti i campi della scienza,medicina, scienza e tecnologia e molti Premi Nobel. ANCHE PER TUTTO QUESTO VOGLIO MANIFESTARE ANCORA UNA VOLTA,ANCHE A NOME DEGLI AMICI DI ISRAELE; AFFETTO A QUESTA NAZIONE E AL SUO POPOLO! AUGURI ISRAELE!

Lascia un commento