Uno sconto del 30% sulla tassa rifiuti a quei negozi che decidono di dismettere le slot machine

“Lavori in corso” commenta Tania Paoltroni, assessore alle politiche sociali al comune leopardiano, alla proposta del consigliere del suo stesso partito, Giacomo Galassi, di ridurre del 30% la tassa rifiuti ai titolari di attività commerciali e ai gestori di circoli privati che decidono di non installare o rimuovere terminali destinati al gioco d'azzardo. “Lo proposi nella scorsa legislatura, poi di nuovo a dicembre 2014 alla giunta ed alla maggioranza, ma tra attività ordinaria, straordinaria ed urgenze, nulla si è mosso.” Forse, però, qualche speranza c'è per il futuro visto che del problema se ne sta interessando anche l'ambito territoriale per valutarne la normativa e la fattibilità.

“Purtroppo, confessa la Paoltroni, non c'è una legge per impedire ai gestori di avviare l'attività con le slot machine, quindi dobbiamo cercare di arginare il problema partendo dalla sensibilizzazione dei commercianti. La volontà c'è, cerchiamo di trovare una soluzione concreta per poter fronteggiare questo vizio patologico che sta portando molte famiglie verso l'indigenza sociale”. Paoltroni e Galassi sembrano però ignorare che spesso sono gli stessi fornitori di servizi ad imporre l'installazione delle slot machine pena la sospensione dello stesso servizio. Di che camperebbero i commercianti se dovessero limitarsi a vendere solo carammelle?

Galassi, comunque, insiste nella sua proposta e pubblicamente invita “tutta la giunta (in special modo i servizi sociali, politiche giovanili e commercio) ad attivarsi affinchè vengano premiate le attività commerciali che decidono di togliere o di non ospitare le slot dai loro locali. Dipendenze, disturbi del comportamento, aumento della spesa sanitaria, impoverimento delle persone, distruzione dei legami affettivi, familiari e comunitari. Io credo che i Comuni hanno anche il compito di prevenire e praticare un modello sostenibile di società che, attraverso il senso di responsabilità individuale e collettiva, tenti di contrastare la ludopatia e le sue nefaste conseguenze.”

Vedremo nei prossimi giorni se la scommessa del consigliere PD sarà vincente oppure no!

 

;

Lascia un commento