IN DISTRIBUZIONE IL NUMERO DI OTTOBRE DEL GIORNALINO COMUNALE CON LO SPECIALE TERREMOTO

Recanati. E' in distribuzione in questi giorni il nuovo numero del giornalino comunale dedicato Al terremoto, alla grande azione di solidarietà che si è attivata e alle informazioni per prevenire e sapersi comportare in caso di calamità. Nel numero di ottobre c’è infatti un ampio spazio dedicato alla protezione civile e alle norme di comportamento rispetto ad eventi calamitosi come il terremoto del 24 agosto scorso. Poi estate recanatese; la parte relativa al sociale con assegni di cura, voucher idrico e il Social Food, spazio inoltre alla Consulta dei Giovani, la scuola con i numeri degli alunni che hanno iniziato il nuovo anno scolastico, i servizi e gli interventi. I programmi dei corsi dell’ Università d’Istruzione Permanente, della stagione di Prosa e del Teatro per ragazzi e famiglie. "Il grande cuore dei recanatesi. Il grande cuore degli italiani. Un cuore generoso, solidale, capace di superare egoismi e individualismo e di guardare all'altro in modo positivo, con sincero spirito di amicizia e solidarietà" commenta nel numero di ottobre del giornalino comunale il Sindaco Francesco Fiordomo -. "Il terremoto ci ha messo a dura prova. Ha lasciato ferite, desolazione, morte, lacrime, paura ed insicurezza. La reazione e' stata pronta. Recanati non ha subito danni particolari. Solo parte del Palazzo Comunale e lo stabile dell'Asur che ha richiesto la chiusura per 10 giorni di Viale Monte Conero ci hanno dato preoccupazioni. Tutte le scuole sono state ispezionate dai tecnici comunali e per giorni da quelli della Protezione Civile Nazionale senza alcun rilievo sull'agibilità' e la sicurezza. Alcuni interventi messi in atto negli ultimi anni (Palazzo Venieri, San Vito, Sant'Agostino ed ora il progetto Kyoto alla Lorenzo Lotto) sono serviti per consolidare le strutture e renderle più' sicure e funzionali. Altri ne dovremo realizzare anno dopo anno, perché lavorare sull'edilizia scolastica deve essere sempre di più impegno prioritario. Pochi minuti dopo il terremoto e' scattato il piano di Protezione Civile comunale che abbiamo delineato da tempo e che vogliamo ripassare insieme in questa edizione del giornalino dedicata proporzionalmente al terremoto. Dobbiamo conoscere e prepararci per tempo a gestire le emergenze perché nelle difficoltà se sai come agire, se sai cosa fare, sei meno fragile. E' difficile trovare le parole per ringraziare i tanti recanatesi che sono partiti con le varie associazioni per Amatrice, Arquata del Tronto e Castel Sant'Angelo sul Nera. I numerosi concittadini che hanno inondato la sede della Protezione Civile di viveri e indumenti ed hanno partecipato alle serate della Corrida in Piazza Leopardi. Ringrazio fin d'ora quanti parteciperanno alla cena di solidarietà di sabato 15 ottobre a Montemorello, dai cari Frati Cappuccini, e chi lavora per l'organizzazione. Mi piacerebbe pensare al grande cuore dei recanatesi e degli italiani che pulsi  sempre, tutti i giorni, non solo nel momento del dolore e della prova. Che nessuno si dimentichi tra qualche mese di chi soffre ed ha perso tutto. Che la ricostruzione sia veloce e trasparente, senza ruberie".                        

;

Lascia un commento