UN 35ENNE È INDAGATO PER MALTRATTAMENTI E STALKING

Recanati. Non ha mai accettato la separazione, scatenando la sua reazione violenta nei confronti della moglie. Un 35enne è finito così nei guai,  accusato di maltratta­menti in famiglia e stalking. Entrambi sono di origine siciliana, ma da anni resi­denti a Recanati. I fatti contestati risalgono al 2014. La convi­venza sarebbe diventata sempre più difficile tra i due, con insulti e minacce. Un giorno l’uomo è arrivato anche a dare fuoco al ma­terasso della camera da letto e poi le avrebbe mandato le foto delle fiamme. Stanca la donna di questa situiazione, avrebbe preso il fi­glio di 7 anni e se ne sarebbe an­data via, lasciando la casa di sua proprietà. Ma lui non ci ha pensato per nulla di lasciarla in pace, continuandola a perseguitare, secondo l’accusa, con telefonate, messaggi e  pedinamenti.  Dopo la denuncia fatta da lei e le indagini della procura, a lui sono state contestate le accuse di maltrattamenti in famiglia e stal­king. Ieri era prevista l'udienza preliminare, in tribunale a Mace­rata, ma l’udienza è stata rinviata.

;

Lascia un commento