Siamo un paese di bugiardi?

E’ apparso oggi, 29 settembre 2017, sul Resto del Carlino un articolo, nel quale viene riassunto per sommi capi, il contenuto dell’ultimo consiglio comunale che prevedeva l’insediamento del sostituto consigliere di città mia, Gaetano Agostinacchio, l’intervento del Sindaco sulla situazione del Laghetto Volpini, e l’approvazione del DUP, il documento unico di programmazione.

Ora che su quest’ultimo punto ci siano idee discordanti, su questo non ci piove. Che le minoranze abbiano il compito di controllare valutare ciò che è scritto nel DUP venga portato a termine nei modi e nei termini previsti, anche questo è un fatto.

Che invece il vice-sindaco Rosalba Ubaldi, si irriti facilmente ed, a chi le fa notare che le ordinanze contro la prostituzione ed il commercio non abbiano avuto un riscontro effettivo, reale e credibile, dica di mentire sapendo di mentire è una cosa grave.

Ci fa specie che la sua grande esperienza politica non le abbia insegnato ad ascoltare senza intimidire chi ha opinioni differenti dalle sue, che sembrano, a nostro modo di vedere, essere le opinioni di molti. Difatti negli ultimi mesi, anche la stampa locale ha fatto notare come sia l’abusivismo commerciale, che la prostituzione abbiano continuato ad esistere nonostante le ordinanze. I blog locali ed i social hanno più volte gridato il loro sdegno vedendo prostitute che si azzuffano per difendere il loro territorio, (Corriere adriatico del 13/08/2017) o minorenni di colore che in pineta si spacciano per maggiorenni per adescare clienti. E’ di pochi giorni fa un articolo apparso sul Resto del Carlino e datato 20 Settembre 2017, nel quale alcuni operatori turistici, residenti e TURISTI si lamentavano, definendo “vergognoso che ci siano prostitute ai bordi del marciapiede della Pineta “. Bastava poi fare una passeggiata per il lungomare per vedere che il commercio abusivo conduceva tranquillamente i suoi affari in barba alle ordinanze.

Allora dott. Ubaldi se considera menzogna quello che il consigliere Stimilli ha esternato in consiglio, ne deduciamo allora che anche la stampa locale è menzognera, anche gli operatori turistici ed i turisti e lo sono ed anche quei cittadini che sui social si sono spesso lamentati di questi problemi. Se ne deduce altresì, che al di là di lei e della sua ristretta corte, un gran numero di portorecanatesi, tutti quelli che non accettano di vedere un paese turistico invaso di prostitute ed abusivi, è composto da bugiardi che mentono di saper mentire.

Le consigliamo Dott. Ubaldi, prima di dire che le persone mentono sapendo di mentire, di farsi un esame di coscienza, ed invece di gettare fango sugli altri, cominci a lavorare seriamente per il paese, perché le bugie hanno le gambe corte…. E questo vale anche per lei.

;

Lascia un commento