No, non siamo un paese di bugiardi

Rispondo a PaC che si è risentita per quanto da me evidenziato in Consiglio Comunale. A parte il fatto che io non mi irrito se non per l'imbecillità e non per quanto viene detto in Consiglio Comunale da chi ci si è appena seduto e mi irrito quando si affermano cose prive di fondamento se dette da chi prima di dirle dovrebbe verificarne la veridicità.

In sede di Consiglio, ed in risposta, neanche tanto a PaC quanto ad altro consigliere, ho affermato che le ordinanze, lungi dall'aver risolto il problema e di aver conseguito appieno quanto atteso dalle stesse (l'ho ripetuto due o tre volte) hanno sicuramente contribuito a ridurlo. Però lo ripeto : che quest'anno l'abusivismo commerciale sia stato numericamente inferiore ai precedenti anni è un dato di fatto e ne ho dato merito tanto alla GdF che ha sequestrato durante tutto l'anno attrezzature per produrre la merce contraffatta e quantità enormi di prodotti, quanto ai Carabinieri ed alla Polizia Municipale che anche solo con la loro presenza hanno di fatto impedito il proliferare dei tappetini nelle dimensioni degli anni precedenti. Che siano stati bloccati sacconi sopra il ponte del Potenza è un dato di fatto, come pure le rincorse da parte dei Vigili Urbani nelle calde serate di questa estate, lungo il mare. Ed ho detto che se un consigliere non li ha visti, questo è un problema di chi non cerca di conoscere la verità ma vuole solo perpetrare nelle proprie convinzioni. E' altrettanto evidente che alla vista delle Forze dell'Ordine o dei Vigili Urbani, gli abusivi facevano fagotto ed anche la semplice presenza quindi ha sortito qualche risultato utile.

Per quanto riguarda le prostitute sul bordo della Pineta ho detto che non ci attendevamo che l'ordinanza dissolvesse il problema della prostituzione vecchia come il mondo ma che il nostro obiettivo è quello di ridurre il fenomeno e almeno di non farlo svolgere in quel luogo. E comunque le signorine sono state ripetutamente identificate dai Carabinieri e alcune anche allontanate. Quotidianamente (mattina e pomeriggio) Carabinieri e Vigili Urbani in forma disgiunta hanno controllato la zona, identificando anche tantissimi automobilisti che passavano a vario titolo nella zona.

Ho anche detto che il numero dei Vigili Urbani (e questo un consigliere comunale dovrebbe e non potrebbe saperlo) sono al massimo 3 al mattino, 3 nel pomeriggio e 4 nel turno serale/notturno ed allo stesso modo il numero dei Carabinieri (che non dipendono ovviamente dal Sindaco) non è infinito, come invece lo sono le opportunità di presenza. E' evidente che non avendo nessuno il dono dell'ubiquità ed essendo il territorio ampio, oltre al back office, non è possibile essere sempre presenti ovunque. Non credo che questo lo si debba dire. Penso che lo si dovrebbe capire semplicemente.

Quando il Sindaco ha firmato le due ordinanze entrambi i fenomeni erano di dimensioni decisamente superiori e comunque sono stati messi in atto tutti i tentativi possibili con le leggi in vigore e con le risorse umane a disposizione. E nessun reato o presenza sconveniente (come quella delle prostitute) ovviamente si concretizza quando sono presenti Carabinieri o Vigili Urbani. Purtroppo non è punibile il passeggio così come bisogna prendere atto che la prostizione non è considerato un reato dalla legge.
 

Che la stampa faccia una fotografia della realtà, vera o parzialmente vera che sia, è cosa ben diversa dall'affermare che non è stato fatto nulla o che le ordinanze non abbiano sortito alcun effetto. E ripeto, ho affermato per almeno due volte in consiglio che le ordinanze non hanno conseguito completamente i risultati attesi. Ma non demordiamo e ci auguriamo che con alcuni ulteriori interventi si possa registrare un miglioramento sostanziale del fenomeno. E se la stampa può dire la propria verità, figuriamoci i social. Ci manca solo che un consigliere basi i suoi interventi su quanto affermato da stampa e social. Secondo entrambi alcuni giorni fa avremmo registrato un caso di malaria. Non mi pare proprio che la notizia sia risultata esatta !
 

Io ritengo che ci si debba informare nelle sedi giuste e che un consigliere debba anche verificare le affermazioni che intende fare. Una considerazione : personalmente verifico ogni giorno ed a tutte le ore le varie situazioni. Non mi è mai capitato di incontrare qualche altro consigliere. Ma questo sicuramente è stato solo un caso. Come è un caso che le minoranze unite non abbiano mai verificato quante persone abbiano partecipato alle varie manifestazioni. Poi magari vieni a sapere che tra tutti loro ed i loro adepti è stato stilato una specie di impegno per boicottare tutte le manifestazioni organizzate dall'Amministrazione. Pensa un po' che teste !! E lo vieni a sapere da uno di loro. Poi sentenziano e per sentenziare a vanvera ovviamente non devi essere stato presente, sennò come fai a dire le tue verità?
 

E comunque, concludendo, un consigliere dovrebbe conoscere il progetto sulle aree degradate e sapere che se vengono contemplati alcuni interventi, con i fondi previsti si possono fare solo gli interventi previsti e non altri. E il progetto è a disposizione di ogni consigliere dal 2015. Ma non in cartaceo, perchè per la legge sulla demateralizzazione del documenti nella P.A. , tutti i documenti, compreso il D.U.P., possono essere forniti solo in via digitale. E questo un consigliere dovrebbe saperlo. Anche se si è appena seduto in Consiglio.

Una cosa mi incuriosisce : UPP e PaC da tempo fanno interventi fotocopia. Strano, dovrebbero rappresentare due opposte categorie di cittadini, vetero o simil comunisti i primi, simil liberali i secondi. E le considerazioni non sono mai uguali neanche se riferite ad un medesimo problema. Mah…sarà un caso !i

;

Lascia un commento