Recanati: a casa Leopardi Giorgia Meloni

Una visita veloce, accolta da un centinaio di fans e un bel mazzo di fiori, per Giorgia Meloni di Fratelli d’Italia che arriva a Recanati per sostenere il candidato del centro destra Simone Simonacci, al ballottaggio domenica contro Antonio Bravi, già vicesindaco della città. «Auguro a Simonacci di essere all’altezza del suo illustre concittadino, di portare la poesia, dopo un’amministrazione che non ha fatto bene a Recanati, che non è stata capace nemmeno di mettersi d’accordo fra di loro. Serve un sindaco capace di dare risposte e che si renda conto della grandezza di questo posto».  La tappa è davanti casa Leopardi e vi arriva accompagnata dal deputato Francesco Acquaroli: in piazza  i giovani di Gioventù nazionale che con uno striscione hanno riportato un verso de “All’Italia” di Leopardi, “Dammi, o ciel, che sia foco agl’italici petti il sangue mio”..

Con loro la Meloni ha fatto un “flash mob” recitando una parte de l’Infinito in una diretta Facebook: «siamo a Recanati a festeggiare i 200 anni della scrittura della più grande poesia italiana e la facciamo con un’altra frase dedicata all’amor di patria e col candidato di Recanati, speriamo possa diventare sindaco dopo un’amministrazione di sinistra così drammatica che non sono neanche riusciti ad andare compatti, si vergognavano l’uno dell’altro e fatto disastri inenarrabili, con Simone invece speriamo Recanati possa diventare molto più famosa nel mondo». 

;

Lascia un commento