Zero liste di attesa.

Azzerata la lista d’attesa per il servizio di assistenza domiciliare comunale a favore di anziani e disabili. Negli ultimi tempi sono stati presi in carico 31 nuovi utenti e per altri 3 è stato aumentato il numero delle ore di servizio messe a disposizione. “E’ un risultato importante, uno degli obiettivi programmatici che volevamo raggiungere, dice il Sindaco Francesco Fiordomo. Il sostegno alle famiglie è fondamentale: dalle giovani coppie che hanno contratto il mutuo sulla prima casa e vengono aiutate per l’Imu con una detrazione di 100 euro, al bonus bebè, all’aiuto per chi accudisce un anziano a casa. Riteniamo che fino a quando è possibile l’anziano debba rimanere nella propria casa, attorniato dall’affetto dei cari. Per questo interveniamo insieme alla rete del volontariato che pure riveste un ruolo essenziale.” In questi giorni è stato anche pubblicato il nuovo bando per l’accesso al servizio, la cui scadenza è fissata per la fine di maggio. Il servizio è a pagamento in base al reddito Isee del nucleo familiare e prevede una fascia di gratuità per chi percepisce la sola pensione sociale. A questo servizio del Comune si affianca anche l’erogazione di assegni di cura per le famiglie, che provvedono in proprio all’assistenza del non autosufficiente, con l’utilizzo di fondi nazionali e regionali. Sempre più famiglie, di fatto, chiedono l’attivazione di questo ultimo tipo di provvidenza anche perché, con la crisi economica in atto, molte persone, per lo più donne, sono costrette in casa perché hanno perso il lavoro e hanno la possibilità, quindi, di assistere a domicilio il proprio familiare.

 

Lascia un commento